In 16 Rsa contagi tra il personale ma non tra gli ospiti. Benetollo: "Il protocollo sta funzionando"

Il direttore dell'Apss sottolinea come "le misure prese nell'estate stanno dando frutto"

Pier Paolo Benetollo, direttore generale dell'Apss

Sono 16 le case di riposo trentine che vedono una o più persone contagiate tra il personale. Ma non tra gli ospiti: l'aspetto positivo del dato sta proprio qui. Nel fatto che il virus non sia passato dagli operatori agli anziani.

Apss: "I protocolli funzionano"

A sottolinearlo è il direttore dell'Azienda sanitaria provinciale Pier Paolo Benetollo: "In questi 16 casi il contagio di uno o più operatori è avvenuto fuori dalle Rsa, il dato ci dà l'indicazione che le cose stanno andando bene, che i protocolli stanno funzionando, che tutto il lavoro fatto dalle strutture durante l'estate sta dando i suoi frutti".

Nei prossimi giorni saranno emanate dalla Provincia nuove linee guida anche per le Rsa. In conferenza stampa è stata sottolineata l'importanza della creazioned ella Rsa di Volano, dove vengono portati gli ospiti delle altre Rsa che risultano positivi. Attualmente a Volano sono 37 i posti occupati, su 80, ma si sta già pensando di creare un'altra struttura simile a Tione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

Torna su
TrentoToday è in caricamento