rotate-mobile
Avvicendamenti

Cambi al Comando provinciale dei carabinieri, il maggiore Vizzino saluta il Trentino

Al suo posto è giunto il maggiore Piermarco Borettaz, proveniente dal Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Cremona

Dopo tre anni al Comando del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Trento, il maggiore Cosimo Vizzino lascia il Trentino per la volta di Napoli. Nel capoluogo partenopeo l’ufficiale assumerà il comando del Nucleo Informativo del Comando provinciale dove continuerà a occuparsi di criminalità organizzata ma anche eversione e terrorismo.

L’ufficiale, originario di Lecce, si è arruolato nel 2004 e si è formato all'accademia militare di Modena dopo un breve impiego nel ruolo di Ufficiale in ferma prefissata. Successivamente, ha consolidato la sua esperienza nell’Arma rivestendo diversi incarichi di Comando in varie aree sensibili del Paese. Dalla Compagnia di Intervento Operativo di Milano al Nucleo Operativo e Radiomobile di Agrigento, dalla Compagnia di Randazzo sulle pendici dell’Etna alla Compagnia di Sesto San Giovanni nell’hinterland milanese, per poi giungere a Trento nel 2019. Qui sono state diverse le indagini condotte sotto il coordinamento dell’Autorità giudiziaria tridentina.

Tra le principali operazioni si ricordano l’operazione Maestro del dicembre 2020, che ha consentito di smantellare un’organizzazione criminale dedita al traffico di eroina. Proprio in questi giorni le autorità spagnole hanno comunicato di aver arrestato l’ultimo dei 23 appartenenti che, sfuggito all’epoca alla cattura poiché all’estero, è stato ora raggiunto dal Mandato di arresto europeo e ieri è stato estradato in Italia per scontare la misura. Nell’ottobre 2021 è stata la volta dell’operazione Acqua verde che consentito di smantellare l’intera filiera di approvvigionamento della marijuana spacciata nelle piazze di Trento. Lo stupefacente era importato in Italia dall’Albania, attraverso il canale di Otranto, raggiungeva Roma e da qui era riversata sulla capitale e su tutto il nord est.

Al suo posto è giunto il Maggiore Piermarco Borettaz, proveniente dal Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Cremona. L’Ufficiale, originario della Valle d’Aosta, dopo aver prestato servizio militare in qualità di Ufficiale di Complemento, nel 2003 è entrato all’Accademia Militare di Modena per concludere il ciclo di studi nel 2008. Nel corso della sua carriera è stato comandante di Plotone presso lo Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Calabria con sede a Vibo Valentia - Reparto di élite dell’Arma dei carabinieri impegnato nella lotta alla ‘ndrangheta ed in particolare nella ricerca dei latitanti, Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Susa - Reparto particolarmente impegnato nei servizi di Ordine Pubblico legati alle manifestazioni del movimento “NO TAV”, comandante delle Compagnie di Gardone Val Trompia e di Vibo Valentia, quest’ultima gravitante su un territorio ad altissima densità mafiosa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambi al Comando provinciale dei carabinieri, il maggiore Vizzino saluta il Trentino

TrentoToday è in caricamento