menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto: Cinformi

foto: Cinformi

Capodanno cinese: il drago ed il leone danzano in piazza Dante

Danza del Drago e del Leone per celebrare, per la prima volta a Trento, il Capodanno cinese: folla di curiosi di tutte le età

Folla di curiosi di ogni età in Piazza Dante a Trento dove, per la prima volta, è stato festeggiato il Capodanno cinese con la tradizionale Danza del Drago e del Leone. L’evento è stato organizzato nell’ambito del progetto “Orizzonti d’Oriente”, bando Reti culturali della Fondazione Caritro, con il patrocinio del Comune di Trento e il supporto del Servizio attività culturali della Provincia autonoma di Trento.

Fra tradizione e rappresentazione culturale anche acrobatica ritmata dalle percussioni, il pubblico ha seguito con grande interesse l’esibizione, l'abbraccio al Drago da parte dei tanti bambini presenti. Il Capodanno è una delle più importanti festività della tradizione cinese; è conosciuto anche come “Festa di Primavera” o “Capodanno lunare”. La data, rispetto al calendario gregoriano, è diversa di anno in anno ma sempre compresa tra il 21 gennaio e il 20 febbraio. I festeggiamenti durano quindici giorni, sino alla “Festa delle Lanterne”. (fotogallery: Cinformi - PAT)

Ogni nuovo anno, secondo l’oroscopo cinese, prende nome da un animale in un ciclo di dodici che segue l’ordine in cui i dodici animali si sono presentati davanti al Buddha: il topo, il bue, la tigre, il coniglio, il drago, il serpente, il cavallo, la capra, la scimmia, il gallo, il cane e il maiale. Quest’anno (2019) il Capodanno cinese è stato il 5 febbraio, giorno in cui ha avuto inizio l’anno del maiale. I festeggiamenti proseguiranno in Cina sino al 20 febbraio con i fuochi d'artificio che, secondo la tradizione, tengono lontani gli spiriti maligni con il rumore, e con lanterne rosse, maschere, danze, cenone e scambio di doni.

La Danza del Drago e del Leone viene realizzata dove ci sono comunità cinesi, in tutto il mondo, e affonda le radici nella più antica cultura orientale. La leggenda identifica il Leone originariamente come animale salvatore di villaggi infestati da mostri e da grandi disgrazie, ma anche come sinonimo di abbondanza, benessere, fortuna e prosperità. Il Drago, animale considerato sacro, rappresentava l’emblema stesso dell’Imperatore, “emanazione divina” e simbolo di forza e benevolenza. 

La sua leggenda, nata cinquemila anni fa assieme alla cultura stessa del popolo cinese, era è già molto popolare durante la Dinastia Sung (960-1279 A.C.) e si è mantenuta viva fino ad oggi. La maschera ed il corpo del Drago possono essere di vari colori: dorato, verde, rosso fiammeggiante o di colori differenti. Il Leone e il Drago sono ancora oggi animali simbolo della Cina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento