Alessandro diventa Alexandra, la Cassazione approva: "Ognuno sceglie il nome che vuole"

Una persona transessuale, assistita dall'avvocato trentino Schuster, ha ottenuto il cambio di nome all'anagrafe

foto di archivio

Alessandro diventa a tutti gli effetti Alexandra. Il caso, burocratico ma con evidenti ricadute personali e sociali, nasce in seguito al cambio di sesso di un cittadino piemontese che, assisstito dall'avvocato trentino Alexander Schuster, si è battuto per anni per rendere ufficiale il nome che si era scelto dopo essere diventato donna a tutti gli effetti.

Alessandro, questo il nome da uomo, si è da sempre sentito donna ma non si è mai sottoposto all'intervento chirurgico per il cambio di sesso. Viste le recenti sentenze della giurisprudenza italiana che hanno riconosciuto il diritto al cambio di sesso anagrafico anche in assenza dell'operazione chirurgica (due i casi "trentini" in tal senso) ha fatto richiesta di rettifica all'anagrafe: rettifica concessa per quanto riguarda il sesso, ma per il nome gli era stato detto che il nome sarebbe stato modificato in Alessandra, e non Alexandra. Il motivo? la 'x' era "troppo voluttuaria".

Cambio di sesso anche senza bisturi: si può

Il legale di Alexandra si era rivolto al Tribunale di Torino per ottenere giustizia ed ora, dopo quattro anni, la Cassazione ha riconosciuto che «Non emergono obiezioni al fatto che sia la stessa parte interessata, soggetto chiaramente adulto, se lo voglia, ad indicare il nuovo nome prescelto, quando non ostino disposizioni normative o diritti di terzi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La registrazione con il nuovo nome avverrà nel Comune di Cagliari, luogo di nascita di Alexandra. "Era importante porre fine a tesi isolate che pretendevano di applicare automatismi e ora la Cassazione ha fatto chiarezza. Ma la piena dignità delle persone trans è ancora un traguardo lontano" commenta l'avvocato trentino. La Cassazione ha anche stabilito, una volta in più, che esiste "un'intima relazione tra identità sessuale e segni distintivi della persona, quale il nome", sulla scorta dell'articolo 22 della Costituzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento