Attualità

Coronavirus, nel calcolo della Provincia mancavano 387 contagi. Pattini: "Clamoroso e imbarazzante"

La Protezione Civile ha indicato che la Pat ha effettuato un ricalcolo dei dati comunicati in precedenza

"Si comunica che la Provincia Autonoma di Trento ha effettuato un ricalcolo dei dati (...); il totale casi aumentano di 387 unità rispetto a quanto precedentemente comunicato". È quanto si legge nel bollettino della Protezione civile sulla situazione dei contagi in Italia al 24 giugno. 

I 52 casi registrati mercoledì nella Provincia di Trento hanno un asterisco che rimanda al nuovo calcolo della Pat, in base al quale, scrive la Protezione Civile risultano: "61 deceduti in meno rispetto a quanto precedentemente comunicato; 447 guariti in più rispetto a quanto precedente comunicato"; oltre ai 387 casi di Covid 19 in più.

"Un mese di dati sbagliati da Fugatti e Segnana ai cittadini: la Pat ammette (nel silenzio generale) che mancavano 387 contagi". Questo il commento del consigliere comunale di Trento Alberto Pattini sull'episodio. 

"Oltre ad essere tolti dei decessi (quelli della prima fase quando il Trentino non faceva i tamponi) - specifica Pattini - compaiono 387 contagi in più. Sono esattamente il numero che mancava tra i 'contagi a 5 giorni'bche il Trentino ha comunicato alla Protezione civile dal 4 maggio in poi e i contagi veri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nel calcolo della Provincia mancavano 387 contagi. Pattini: "Clamoroso e imbarazzante"

TrentoToday è in caricamento