Litiga con la moglie poi si presenta in caserma urlando contro i carabinieri

Arrestato un 26enne che nel cuore della notte si è presentato urlando alla porta della caserma: nel pomeriggio i carabinieri erano intervenuti per sedare una lite con la moglie

Ubriaco e violento: nel pomeriggio una liute con la moglie aveva costretto ad intervenire i Carabinieri, che hanno allontanato l'uomo. Lo hanno ritrovato poco più tardi alla stazione dei treni, mentre stava minacciando un passante. La terza volta si è presentato direttamente lui in caserma: al portone, battendo i pugni e urlando insulti all'indirizzo del militare di guardia.

E' stato arrestato, al termine di una giornata particolarmente movimentata, il protagonista della vicenda, 26enne residente a Borgo Valsugana. Dopo una notte in caserma è stato sottoposto al regime dei domiciliari. L'udienza è fissata per fine mese. L'accusa è di minace ed oltraggio a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento