rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Covid

Bonus covid, okay alla terza fase

L'accordo riguarda circa ottomila professionisti e operatori che in Trentino hanno fronteggiato l'emergenza pandemica

La Giunta provinciale ha autorizzato, previa verifica del collegio dei revisori della Provincia, la sottoscrizione definitiva dell'accordo che riguarda il personale sanitario e socio-sanitario non dirigente, nonché tecnico dell'unità operativa di Trentino emergenza 118 direttamente impegnato nel contrasto al covid dal primo gennaio 2021 al 31 marzo 2022.

L'intesa per l'erogazione del bonus covid, terza fase, era stata siglata nei giorni scorsi fra i sindacati di categoria e l'Agenzia provinciale per la rappresentanza negoziale (Apran). Ieri, venerdì 2 settembre, è arrivato anche l'ok della Giunta provinciale, su indicazione dall'assessora alla Salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana.

L'erogazione del bonus verrà garantita già nella busta paga di settembre. Come spiegato dall'assessora provinciale, "l'accordo riguarda circa ottomila professionisti e operatori che hanno fronteggiato l'emergenza pandemica con impegno e dedizione".

In totale le risorse per il personale sanitario, socio-sanitario e tecnico sono pari a 8,3 milioni di euro. Vi sono poi ulteriori fondi, circa 1,9 milioni di euro, destinati alla dirigenza medica, veterinaria e sanitaria, che saranno oggetto di un successivo e specifico accordo.

Nel dettaglio, sono state individuate quattro fasce in base alle ore effettuate dal personale nel periodo considerato: fino a 1.600 ore verranno versati 650 euro; da 1.601 a 2.000 ore, 950 euro; da 2.001 a 2.200, 1350 euro; da 2.201 ore in poi 1.650 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus covid, okay alla terza fase

TrentoToday è in caricamento