menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollettino coronavirus: a Trento + 7 casi tra cui due minori

L'aggiornamento odierno con i dati ufficiali della Provincia

Altri sette contagi su un totale di 1.251 tamponi. Questo l'aggiornamento del 9 settembre sulla situazione coronavirus in Trentino. Uno solo tra i nuovi casi positivi è riconducibile ai focolai della carne. Tra i contagiati si registrano anche due minorenni. A comunicarlo durante una conferenza stampa è il presidente della Provincia Maurizio Fugatti.

"Il dato - ha affermato il governatore - dimostra come il focolaio riferito al settore carne sia in fase di esaurimento, e che i protocolli adottati dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari funzionano".

Proroga delle misure anti contagio

È stata rinnovata fino al 7 ottobre la validità delle misure anti-contagio già previste in Trentino dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti. A prevederlo un'ordinanza firmata dal capo dell'esecutivo, dopo l'adozione nella serata di lunedì 7 settembre, del nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri. Inoltre, il dispositivo si allinea alla nuova misura nazionale relativa alle persone che arrivano in Italia da Croazia, Grecia, Malta e Spagna: da oggi non sarà più necessario sottoporsi al tampone per quanti transitano in Italia o vi permangono per meno di 120 ore.

In Trentino rimane dunque l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico e in tutte le occasioni in cui non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, anche all'aperto ed in particolare nella fascia oraria compresa tra le 18 e le 6. Anche documenti, protocolli e linee guida di carattere organizzativo e sanitario per l’esercizio delle attività economiche, produttive, ricreative e sociali rimarranno in vigore almeno fino al 7 ottobre. L'ordinanza dell'8 settembre, inoltre, rinnova la chiusura delle discoteche e il divieto di ballare anche all'interno di bar e ristoranti che fanno musica dal vivo.

Il caso in un asilo

Il primo caso positivo nelle scuole è stato registrato dopo soli quattro giorni dalla riapertura dell'asilo nido «Il Bucaneve», a Pergine. È un bambino di due anni che, a seguito di un controllo in ospedale, è risultato positivo ai test. Il nuovo contagio è stato comunicato ufficialmente sulla pagina del Comune dal sindaco Roberto Oss Emer nella serata di lunedì 7 settembre. Le persone finite in quarantena sono nove.

Potrebbe interessarti: https://www.trentotoday.it/cronaca/bollettino-contagi-trento-3-settembre-2020.html
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento