menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I vigili del fuoco di Bezzecca

I vigili del fuoco di Bezzecca

Bezzecca, il nuovo comandante dei vigili del fuoco è Collotta

Giorgio Turrini lascia la guida del corpo dopo 25 anni, oltre i 5 nel ruolo di vicecomandante dal 1990 al 1995, ma resterà nel corpo come vigile del fuoco

Cambio al vertice dei vigili del fuoco di Bezzecca. Le votazioni si sono tenute nel pomeriggio di sabato 10 ottobre con l'assemblea del corpo dove è stato designato il nuovo direttivo e sono state affidate altre cariche. Sabato erano presenti alle votazioni anche l'ispettore distrettuale Marco Menegatti, il suo vice Massimo Mazzardi e il sindaco di Ledro Achille Brigà. Il nuovo direttivo è composto da Ivano Collotta ex vicecomandante e ora nei panni del comandante, il suo vice è Andrea Leonardi che prima era il segretario. Ruolo, quest'ultimo, assunto da Michele Oradini. Il nuovo cassiere è Matteo Bondoni, mentre il nuovo magazziniere è Claudio Pregl. Durante l'assemblea di sabato 10 ottobre, si sono tenute anche le votazione per l'elezione del nuovo capoplotone, individuato in Alessandro Cis e di nuovi capisquadra, che ora sono Alex Mora e Patrick Faustini.

L'ex comandante Giorgio Turrini lascia la guida del corpo dopo 25 anni, oltre i 5 nel ruolo di vicecomandante dal 1990 al 1995, ma resterà nel corpo come vigile del fuoco. Per l'unione distrettuale, in questi anni, ha ricoperto il ruolo di revisore dei conti e di responsabile del gruppo allievi. Dal 1984, anno di inizio della propria attività di vigile del fuoco volontario, ha preso parte a varie colonne mobili per le calamità naturali della nostra penisola, tra le quali i terremoti Valtopina, l'Aquila, Emilia Romagna, Amatrice e della provincia autonoma di Trento.

Il nuovo comandante Ivano Collotta è entrato a far parte del corpo dei vigili del fuoco volontari di Bezzecca nel 1989, dal 2009 al 9 ottobre 2020 ha ricoperto il grado di vicecomandante. Dal 1° gennaio 2020 il corpo di Bezzecca ha svolto circa 60 interventi che si sono articolati tra soccorso e collaborazioni con gli enti preposti per la gestione della problematica relativa al Covid19. Quando è stato possibile è ripresa anche l'attività addestrativa e formativa con i vigili del corpo interrotta improvvisamente a seguito dei vari Dpcm (Decreto del presidente del Consiglio dei ministri), delle ordinanze del presidente della Pat (Provincia autonoma di Trento) e delle linee guida della federazione provinciale dei vigili del fuoco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Attualità

Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento