A Trento c'è un bar aperto da 50.000 ore

Potrebbe essere da Guinness dei Primati: festa per l'insolito traguardo

Il Bar Al Marinaio, in via Marinai d'Italia a Trento

A Trento c'è un bar aperto da 50.000 ore. Potrebbe essere il bar che ha tenuto aperto più a lungo nel mondo: lo diranno i giudici del Guinness World Record, ai quali è stata inviata la richiesta, dopo il traguardo a quattro zeri. Il segreto? Essere aperti 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno. Come recita lo striscione sulla facciata dell'edificio.

Si tratta del Bar Al Marinaio, sulla tangenziale sud di Trento. A tenere il conto delle ore di apertura è la famiglia Gross, proprietaria del locale dove ci sono bar, ristorante ed edicola. La loro storia ha conquistato anche le pagine del Sole 24 Ore.

L'avo Luigi Groff aprì il bar-trattoria Al Marinaio nel 1954, su quella che allora era semplicemente la statale 12, anzi "la nazionale", come veiva chiamata. Dopo i lavori di realizzazione della tangenziale a sud della città il locale venne spostato nel grande edificio in cui si trova oggi, dove ci sono anche un Centro Congressi ed un Hotel.

A Luigi si deve anche il nome del bar: aveva prestato servizio nella Marina Militare Italiana nella Seconda Guerra Mondiale. La via che oggi corre lungo il retro del locale è stata intitolata dal Comune ai Marinai D'Italia, un suo onore. 

Alla festa per il traguardo delle 50.000 ore hanno partecipato tantissimi affezionati clienti, tra cui molte personalità politiche di vari schieramenti. Evidentemente un caffè, o meglio un buon bicchiere di vino trentino, mettono tutti d'accordo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

Torna su
TrentoToday è in caricamento