Scuola, arrivati i primi banchi monouso

Sono 325 i banchi arrivati nella sede della Protezione civile. Ne sono attesi altri nei prossimi giorni.

I banchi arrivati a Lavis (foto Provincia)

I primi banchi monouso sono arrivati lunedì 7 settembre al magazzino della Protezione civile di Lavis. In vista dell'imminente riapertura degli istituti di istruzione di ogni grado, due autotreni contenenti i banchi monouso e sedie, messi a disposizione a livello nazionale per gli istituti scolastici, hanno fatto capolino nel comune in provincia di Trento. 

Il materiale, come comunica la Provincia, è stato già portato in alcune scuole trentine. Il carico trasferito dal magazzino della Protezione civile di Lavis nelle diverse scuole della zona, conta 325 banchi da 64 centimetri di altezza, 57 banchi da 76 centimetri, 325 sedie da 38 centimetri e 57 sedie da 43 centimetri. Nei prossimi giorni sono attesi altri tre autotreni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Cade dal sentiero a picco sul lago: un altro escursionista sente le grida e chiama il 112

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

  • Elezioni comunali: seggi aperti, ecco tutte le informazioni

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento