Ferrotransit Europa: "Ecco perchè Fugatti vuole la Valdastico a Rovereto Sud"

"C'è un antico progetto, mai dimenticato, per collegare Veneto e Lombardia passando dalle Giudicarie": l'associazione Ferrotransit Europa lancia l'allarme

L'ipotesi di sbocco della Valdastico a Rovereto Sud sarebbe solo un tassello di un progetto ben più ambizioso: un collegamento est-ovest per mettere in comunicazione Veneto e Lombardia, bypassando il crocevia di Verona. Il fatto che Zaia e Fugatti spingano così tanto per un'uscita in Vallagarina, ipotesi ribadita a Roma in un incontro con il ministro Toninelli, ha messo in allarme l'associazione Ferrotransit Europa Brennero Valsugana, che da anni si batte per incentivare i collegamenti ferroviari in alternativa al trasporto su gomma.

Quando la Lega chiedeva il tunnel Avio-Garda, clicca qui...

L'associazione commenta così, su facebook, l'incontro a Roma: "La proposta, buttata lì ogni volta che si parla di prolungamento della A 31 in territorio trentino, prevede un asse di comunicazione fra l’uscita della Valdastico nord a Rovereto e l’autostrada A 4 in direzione Brescia - Bergamo attraverso le valli Giudicarie e la Val Sabbia, in modo da creare una sorta di circuito del Garda che metta in connessione l’area lombarda con quella veneta, senza appesantire troppo l’asse viario tra Brescia e Padova". 

Treno delle Dolomiti: Zaia sogna la Venezia-Cortina, clicca qui...

Insomma, l'autostrada sarebbe non solo, come dicono i detrattori dell'opera, un "regalo al Veneto" ma anche alla Lombardia. Un modo per liberare parzialmente dal traffico la Brescia-Padova e dirottare i turisti verso il Trentino. "Un tracciato alternativo alla Brescia Padova, utile soprattutto nei mesi estivi, in cui si registra il picco del turismo vacanziero, e invernali quando la nebbia rende complicata la viabilità a causa della scarsa visibilità - si legge nel post - I vertici provinciali trentini sanno benissimo che l’uscita della Valdastico a Rovereto sud non ha alcun senso, se non quello di proseguire verso la zona del Garda e le valli Giudicarie. E a pagare, per questa sciagurata politica di trasporto, sarebbero le comunità trentine che diventerebbero territorio di transito non solo nella direttice nord – sud, ma anche in quella est – ovest, con tutti i problemi connessi alla salute, al traffico, alla qualità della vita". 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento