Autobus ridotti ma la Provincia attiva un servizio gratuito "a chiamata"

Novità senza precedenti per Trentino Trasporti: un "elastibus" da prenotare entro le 17 del giorno precedente, completamente gratuito

I trasporti pubblici viaggiano ad orario ridotto, ma ad ingresso libero, ma la Provincia si prepara a mettere in campo una novità senza precedenti, come l'ha definita il dirigete del Servizio Trasporti Roberto Andreatta. Un "esastibus", cioè un servizio bus elastico che per casi di comprovata necessità potrà andare a prendere i cittadini in un luogo stabilito per portarli dove devono andare.

Parcheggi blu gratis fino al 22 marzo

Il servizio è stato istituito soprattutto pensando a quelle zone dove la riduzione dell'orario (si applica l'orario festivo ai giorni feriali, mentre saltano tutte le corse) significa rimanere senza trasporti pubblici. Inoltre è stato pensato soprattutto in vista della prima domenica, 15 marzo, senza autobus nè corriere.

Il servizio "elastibus" sarà attivo tutti i giorni. Le prenotazioni partiranno da sabato 14 marzo telefonando al numero verde 800 390 270. Il numero è attivo dalle 8.00 alle 17.00 e serve per prenotare il servizio per il giorno successuvo. Rimangono, chiaramente, valide solo le esigenze di lavoro, ragioni sanitarie ed altre ncessità compresa, per esempio, quella di recarsi da parenti non autosufficienti.  I servizi di trasporto (gratuito) saranno svolti dalle imprese del consorzio trentino autonoleggiatori. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

Torna su
TrentoToday è in caricamento