Martedì, 16 Luglio 2024
Città

La protesta non si ferma, dopo le bollette in vetrina ora si "abbassano" le luci

Cosa succederà mercoledì a mezzogiorno in Trentino e in tutta Italia

Non si ferma la protesta in Trentino, come in tutto il Paese contro i rincari che stanno mettendo in difficoltà tanto le famiglie, quanto le imprese. I commercianti hanno attaccato le loro bollette in vetrina martedì 30 agosto a Trento, a mezzogiorno di mercoledì invece, le imprese del terziario abbasseranno le luci per 15 minuti per sottolineare la difficile situazione provocata dall’aumento fuori controllo dei costi energetici.

Bollette in vetrina a Trento

"Aderiamo all’iniziativa promossa dalla nostra Confederazione - spiega il presidente di Confcommercio Trentino Giovanni Bort - per dare un segnale di unità di tutto il settore su un tema che investe in maniera drammatica le nostre imprese: in questi giorni riceviamo segnalazioni dagli associati di bollette con importi mediamente triplicati; in molti casi siamo anche oltre. È evidente che questa situazione non può perdurare: se le industrie sono costrette a fermare le produzioni, immaginiamo che cosa significa per un’azienda dei nostri settori vedersi recapitare una bolletta di migliaia di euro".

Proprio nella giornata di giovedì, a Roma, è stata organizzata una conferenza stampa dove la Confederazione, con altre sigle imprenditoriali, sottoporrà alla politica ed alle istituzioni richieste e proposte per affrontare questa grave crisi. 

"Domani a Roma verranno presentate le richieste e le proposte del nostro settore in una conferenza stampa convocata dalla nostra Confederazione. C’è bisogno di disinnescare i rincari quanto prima, per evitare esiti irreversibili sulle aziende ma anche sulle famiglie. Attendere l’autunno potrebbe essere troppo tardi per molte imprese" conclude il presidente Bort.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta non si ferma, dopo le bollette in vetrina ora si "abbassano" le luci
TrentoToday è in caricamento