rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

Asili nido, Italia ancora spaccata tra Nord e Sud

In Trentino accolti il 30,4% dei bambini sotto i 3 anni, in Calabria il 3,1%

È ancora una volta un'Italia spaccata in due quella dei servizi per l'infanzia. Per quanto riguarda gli asili nido, sia il Nord che il Centro hanno raggiunto il target europeo del 33% di copertura per i bambini sotto ai 3 anni. Al Sud la percentuale è praticamente dimezzata, ferma al 14,4%.

I dati, ripresi da Today, sono stati divulgati dall'Istat e si riferiscono all'anno 2019/2020. Come detto, restano ampi divari territoriali: sia il Nord-est che il Centro Italia consolidano la copertura sopra il target europeo (rispettivamente 34,5% e 35,3%); il Nord-ovest è sotto ma non lontano dall’obiettivo (31,4%) mentre il Sud (14,5 %) e le Isole (15,7%), pur in miglioramento, risultano ancora distanti dal target.

Per quanto riguarda il Trentino, la copertura è vicina allo standard europeo: i servizi comunali infatti accolgono il 30,4% dei bambini sotto i 3 anni, e la spesa per bambino è ai vertici in Italia: 2.481 euro pro capite. Per avere un paragone, in Calabria la spesa per ogni bambino residente è di 149 euro, e appena il 3,1% dei bambini fruisce dell'offerta comunale.

Asili nido, il diritto negato. Posti neppure per un terzo dei bambini, e al Sud va peggio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili nido, Italia ancora spaccata tra Nord e Sud

TrentoToday è in caricamento