rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Sanità

Basta limitazioni, si ricominci con le visite dei famigliari ai pazienti: l’appello

L’Ordine degli infermieri trentini si rivolge alla politica e alle istituzioni: “Avere vicino i propri cari migliora la salute”

L’Ordine delle professioni infermieristiche della provincia di Trento chiede a gran voce che si possa ricominciare completamente e liberamente con le visite dei famigliari ai pazienti e ai ricoverati.

“Nonostante l’abolizione dell’obbligo vaccinale per i sanitari, paradossalmente, permangono limitazioni e la necessità del green pass per gli accessi alle visite dei familiari nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie. Gli infermieri sono particolarmente coinvolti in questa situazione, perché sentono la responsabilità di garantire la cura della persona assistita e dei suoi familiari nel rispetto dei principi deontologici” scrive l’Ordine in una nota, aggiungendo poi: “La possibilità di poter avere vicino i propri cari e di favorire una vita relazionale, influenza positivamente lo stato di salute”.

Da qui la richiesta rivolta alle istituzioni e alla politica: garantire nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie l’accesso alle visite dei familiari, sempre più inclusivo e partecipato nel processo assistenziale, attraverso l’utilizzo della mascherina e l’igienizzazione delle mani, proprio come avviene per i professionisti e operatori sanitari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basta limitazioni, si ricominci con le visite dei famigliari ai pazienti: l’appello

TrentoToday è in caricamento