Venerdì, 14 Maggio 2021
Attualità

Rovereto, i musei riaprono alle visite

La nuova e attesissima zona gialla permetterà anche ai luoghi di cultura di respirare

Museo civio di Rovereto

Torna la zona gialla anche in Trentino e così anche la cultura torna a respirare e vivere in presenza, mantenendo le distanze e seguendo le direttive. Ad annunciarlo è stata la Fondazione Museo Civico di Rovereto con una nota: «Dopo mesi in cui sono stati comunque preparati e offerti numerosi contributi online, tra video, conferenze, webinar e visite virtuali, si sente veramente il bisogno di ritrovare la vicinanza e le emozioni che solo la fisicità di luoghi e collezioni possono garantire».

Dopo un primo incontro tra i vertici della Fondazione Museo Civico di Rovereto, della Fondazione Opera Campana dei Caduti e del Museo Storico Italiano della Guerra, che preannuncia anche il nascente coordinamento, si vanno dunque a delineare le prossime riaperture:

  • La prima a ripartire, compatibilmente con decreti e ordinanze, è la Fondazione Campana dei Caduti, il 26 aprile, con la mostra dal titolo “Human Crossing. Footprints of Peace”, impronte di cultura e di pace. L’impronta dell’essere umano è la traccia storica di ciò che l’uomo lascia dietro di sé, nella sua essenza e nel movimento. La mostra è aperta dalle 9 alle 19 con orario continuato con tutti i protocolli e i distanziamenti previsti dalla legge.
  • Il Museo della Città, il Museo di Scienze e Archeologia  e Il Museo della Guerra riaprono tutti il 4 maggio.
  • Per la Fondazione MCR, al Museo della Città si riapre la mostra fotografica- dal titolo “Istantanee da una città, Rovereto tra storia e storie”, tanto apprezzata dal pubblico prima della chiusura forzata, mentre al Museo di Scienze e Archeologia saranno visitabili le sale delle collezioni permanenti, oltre al giardino botanico. Dal martedì a domenica, dalle 10 alle 18.
  • Al Museo della Guerra, oltre alla collezione permanente, il cui allestimento è stato recentemente rinnovato, sarà visitabile la mostra fotografica “Libia. Una guerra lunga vent’anni. Scatti di Gino Voltolina (1918-1919)” che esporrà una selezione di immagini tratte da uno dei fondi più significativi e interessanti conservati negli archivi del Museo. Apertura da martedì a domenica, dalle 10.30 alle 18.

Da sabato 8 maggio, ogni settimana sono in programma visite guidate e attività per le famiglie che accompagneranno i visitatori per tutta la primavera e l'estate. Sui rispettivi siti, le altre iniziative e tutte le novità sui protocolli e le informazioni utili alla visita, prezzi, orari e visite guidate in presenza, in piena sicurezza e nel rispetto di tutte le normative e le regole previste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovereto, i musei riaprono alle visite

TrentoToday è in caricamento