La storia

Voleva tornare un’ultima volta al lago: realizzato il sogno di Rudolf

Una bellissima storia resa possibile grazie all’impegno dei volontari di “Sogna e Vai”

Rudolf aveva un sogno: tornare sulle rive del lago di Resia, assieme all’amata moglie. Passare assieme una giornata sulle sponde dove affiora il celebra campanile dell’antica Curon, come in passato, riassaporare quei momenti così unici e così intimi. E, apparentemente, così lontani. L’età e gli acciacchi sembravano, infatti, un ostacolo insormontabile. Poi, è successo qualcosa di splendido.

Il sogno realizzato

Grazie all’organizzazione no profit Sogna e Vai, Rudolf è riuscito a realizzare il suo sogno e a passare una giornata assieme alla moglie al lago di Resia, nonostante il cielo coperto abbia cercato di rovinare – senza riuscirci – quella momento indimenticabile. E tutto ciò è stato possibile grazie all’impegno dei volontari Evi, Hubert ed Evi, che grazie ad una ambulanza attrezzata hanno portato l’anziano fin sulle rive del lago altoatesino.

Il momento più emozionante, il sogno che si realizza

Sogna e Vai

Il progetto Sogna e Vai nasce dall’unione di intenti della Croce Bianca e della Diocesi di Bolzano e Bressanone ed aiuta strutture sanitarie e famiglie, che spesso non hanno le possibilità di farlo, ad esaudire i desideri di malati e anziani, soprattutto in casi in cui il tempo a loro disposizione sia sempre meno.

Fondamentale, in questo senso, è il ruolo dei volontari e delle donazioni che, come la stessa pagina documenta sui social, rendono possibili sogni e desideri all’apparenza irrealizzabili. Proprio come accaduto a Rudolf qualche giorno fa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voleva tornare un’ultima volta al lago: realizzato il sogno di Rudolf
TrentoToday è in caricamento