Anziani e coronavirus: ecco le regole per i familiari

Alcune semplici regole diffuse dall'Apss per chi si prende cura di un parente anziano

E' ormai noto come gli anziani siano la categoria più a rischio in questa emergenza coronavirus. Anche in Trentino l'età media delle persone decedute supera gli 85 anni. Contemporaneamente l'isolamento imposto dalle norme adottate per la pandemia può essere causa di ulteriori difficoltà per chi vive da solo ed ha bisogno di assistenza. Come sempre i faimiliari sono una grande risorsa per le persone anziane, bisognose più che mai, in questo periodo, di assistenza.

E' bene però tenere a mente alcune regole di condotta, diffuse dall'Azienda sanitaria provinciale, per chi si reca pai propri parenti anziani per dare una mano. Inoltre ricordiamo che la Provincia ha da subito attivato una rete di volontari, con relativo numero di emergenza da chiamare, per far fronte alle esigenze quotidiane degli anziani in tutta sicurezza. Il numero del servizio "Resta a casa, passo io", che ad oggi ha preso in carico più di 600 casi in Trentino, è lo 0461-495244, e risponde tutti i giori dalle 8 alle 20. Anche solamente per chiedere informazioni o per parlare con qualcuno.

Ho un parente anziano da accudire, cosa devo fare?

Considerato il periodo di restrizione nelle relazioni che raccomandiamo
alle persone in età over 75, chiediamo la collaborazione dei familiari/conoscenti
indicandovi alcune azioni di supporto, come:
- una telefonata quotidiana, per conservare la continuità relazionale e per verificare eventuali bisogni;
- impegnarsi a far la spesa ai propri cari e ritirare i farmaci, se ne hanno bisogno;
- se ci si deve recare da una persona con più di 75 anni non fatevi accompagnare da bambini (evitate le visite dei/delle nipoti);
- evitare la contaminazione dell’ambiente domestico dei propri cari. 

Se ci si reca al domicilio dei propri cari perchè necessitano di assistenza,
si suggerisce di:
- togliersi le scarpe
- lavarsi le mani
- disinfettare tutto ciò che hai portato con te (es. cellulare, chiavi, occhiali ecc..)
- se ti devi trattenere del tempo in più cambiarsi gli indumenti utilizzati fuori di casa
- non scambiarsi abbracci, strette di mano o effusioni e rimanere per tutto il tempo di permanenza a una distanza minima di 1 metro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

  • Droga a Trento, maxioperazione all'alba: i carabinieri arrestano 23 persone

  • Università: 64 docenti e ricercatori di Trento tra i più citati al mondo

Torna su
TrentoToday è in caricamento