Attualità Centro storico / Piazza Dante

Morso da un asino, Patt: "La malga non è uno zoo, serve una campagna di sensibilizzazione"

I tre consiglieri del Patt depositano una mozione per chiedere l'avvio di una campagna informativa sulla pericolosità degli animali domestici

"Solidarietà alle persone ferite, ma anche attenzione agli animali". Così i consiglieri del Patt intervengono a proposito dei diversi episodi che hanno visto persone coinvolte in incidenti con animali domestici: in particolare un uomo "caricato" da una mucca, una ragazza disarcionata dal cavallo e, caso ben più grave, quello di un uomo morso al volto da un asino, che nei giorni precedenti avrebbe anche aggredito un bambino di 9 anni.

Aggredito dall'asino: "Dramma che si poteva evitare"

"La malga non è uno zoo" scrivono i consiglieri Dallapiccola, Rossi e Demagri, riprendendo lo slogan di una campagna informativa promossa dall'Euregio in Tirolo ed in Alto Adige, ma a quanto pare non in Trentino. I tre consiglieri hanno depositato una mozione in Consiglio provinciale per chiedere che la Giunta si attivi con una campagna di sensibilizzazione ad hoc per ricordare che anche gli animali domestici in ambiente rurale possono essere pericolosi. 

Padre e figlio aggrediti dall'orso

"Persino una pecora - scrivono i tre in una nota - può essere pericolosa se intende proteggere un proprio agnello, immaginiamoci un animale che può arrivare anche fino a 8-9 quintali di peso. Fino ad ora in Trentino indicazioni di questo tipo sono state ampiamente diffuse riferendole prevalentemente alla specie orso. Recentemente però, abbiamo avvertito la necessità di stimolare la giunta provinciale ad effettuare analoga campagna anche per la specie lupo. Purtroppo abbiamo riscontrato l’assoluta indisponibilità dell’esecutivo a dar seguito alla nostra proposta". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morso da un asino, Patt: "La malga non è uno zoo, serve una campagna di sensibilizzazione"

TrentoToday è in caricamento