"Nelle Rsa noi infermieri allo stremo, vogliamo più sicurezza": l'appello

"In queste strutture la situazione è drammatica, con focolai diffusi e personale ridotto al 50%", scrive l'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Trento

Repertorio

"La situazione nelle Rsa è drammatica, con focolai che si stanno estendendo e personale ridotto del 50% per malattia o positività al tampone dei colleghi. Siamo allo stremo". È quanto denuncia il presidente dell'Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia Autonoma di Trento, Daniel Pedrotti.

L'appello

Nel quadro dell'emergenza all'interno delle Residenze sanitarie assistenziali, denuncia l'Opi, i carichi assistenziali ed emotivi per gli infermieri costretti a turni prolungati sono elevatissimi. “Siamo professionisti, stiamo dando il massimo e di più e continueremo a farlo, ma pretendiamo di lavorare in sicurezza, pretendiamo rispetto per poter assistere gli ospiti e per garantire loro dignità sia durante l’assistenza sia nell’accompagnamento alla morte”, si legge nella nota dell'Ordine.

Il pericolo, segnalano gli infermieri trentini, è sia per i residenti delle strutture sia per il personale che vi lavora. Molti degli infermieri non vedono la famiglia da giorni perché hanno deciso di non andare a casa per tutelarla da un possibile contagio e devono affrontare un estenuante orario di lavoro rischiando di perdere l'attenzione durante "le rigorose procedure di vestizione/svestizione, che richiedono tempo e concentrazione per evitare contaminazioni dei pazienti e degli operatori stessi", scrivono gli infermieri.

La richiesta dell'ordine è quella di tutelare i lavoratori delle Rsa potenziando il numero di operatori e mettendo a disposizione più dispositivi individuali di sicurezza, mascherine e filtranti facciali FFP2/FFP3, guanti, occhiali e camici. "Ora - scrive Opi - la carenza di organico, in specifiche strutture, è grave". La proposta dell'Ordine è quella di coinvolgere infermieri da poco in pensione, libero professionisti e neo laureati, anticipandone l'esame finale, oltre ad attingere alle graduatorie degli infermieri a tempo determinato di Apss.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porfido, armi, voto di scambio: le mani della 'ndrangheta sulle cave in Trentino

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

  • Il Giro d'Italia 2020 arriva in Trentino: ecco le tappe

  • Bollettino coronavirus: altri 111 nuovi casi, oggi tutti con tampone

  • Intimidazioni agli operai e agganci politici: ecco come agiva la 'ndrangheta in Val di Cembra

  • Via Brennero: arrivano i semafori intelligenti che fanno le multe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento