Attualità Ala

Spettacoli, luci e canti: è il Natale dei balocchi

Il Natale nei palazzi barocchi è aperto fino a mercoledì 8, e poi ancora 11 e 12, 18 e 19 e 24 dicembre. Quest'anno, altra novità, ci sarà una apertura speciale anche il 6 gennaio, per accogliere la Befana

Un'inaugurazione sentita e attesa, quella di sabato 4 dicembre ad Ala. Ritrovarsi un'altra volta in piazza, sotto l'albero, per aprire ufficialmente il Natale nei palazzi barocchi è stato un momento che ha scaldato i cuori di tutti. Oltre alla particolare atmosfera e alla già significativa affluenza di pubblico nei palazzi, a rendere speciale l'inaugurazione è stato il confronto con quello che accadeva un anno fa, quando i ritrovi in piazza (così come gli stessi mercatini) non erano possibili. Il Natale nei palazzi barocchi prosegue in questi giorni fino a sabato, e poi nei prossimi fine settimana.

“Un anno fa non potevamo ritrovarci come oggi - ha detto il sindaco Claudio Soini – finalmente il Natale di Ala torna a pieno regime. Sarà, il Natale nei palazzi barocchi di Ala, un Natale sicuro, ma anche diverso dalla gran parte dei mercatini della nostra regione”. Questo per la formula scelta dal Comune assieme al Coordinamento teatrale trentino e alla direzione artistica di Riccardo Ricci, che ha pensato a dei mercatini distribuiti negli androni e nelle corti dei palazzi barocchi, con eventi artistici, musicali e teatrali nelle strade e nei saloni dei palazzi.

Quest'anno ci saranno degli ospiti privilegiati, e si tratta dei bambini. “Sarà dedicato soprattutto a loro - ha proseguito il sindaco - perché per loro questo è un periodo particolare, e lo scorso Natale è stato limitato anche nelle proposte per i più piccoli”. Ad Ala potranno rifarsi, tra laboratori, un palazzo tutto dedicato a loro, trenino, pony e altro ancora. Sono protagonisti, i bambini, anche nelle proiezioni sui palazzi: i disegni presentati nelle scorse settimane dalle scuole verranno proiettati a palazzo Pizzini (al cui interno sono esposti) e sul palazzo del municipio, in piazza. Il territorio è stato coinvolto in molti modi, diverse associazioni, volontari e realtà sono presenti nei palazzi, si degustano solo vini alensi, l'albero in piazza è decorato con immagini e foto di Ala, coinvolti anche i ristoranti.

In piazza per l'inaugurazione era presente, accanto al sindaco, gran parte della giunta e l'onorevole Vanessa Cattoi; il momento è stato allietato dai canti del coro Città di Ala e dal gruppo di artisti di strada “Folletti dei desideri”. Il Natale nei palazzi barocchi è aperto fino a mercoledì 8, e poi ancora 11 e 12, 18 e 19 e 24 dicembre. Quest'anno, altra novità, ci sarà una apertura speciale anche il 6 gennaio, per accogliere la Befana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacoli, luci e canti: è il Natale dei balocchi
TrentoToday è in caricamento