Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Ala, piscina comunale chiusa da un anno: aperta la gara per la gestione

Il centro natatorio di Ala aspetta una nuova gestione, e potrebbe riaprire entro fine estate. Il Comune ha infatti aperto il bando di gara per la concessione del servizio e di gestione dell'impianto

La piscina di Ala

È stata aperta la procedura di gara per la concessione di gestione della piscina di Ala. Ci sarà tempo fino al 2 agosto, giorno di apertura delle buste, per le ditte per aderire alla gara di concessione. Il Consiglio comunale ha approvato la forma gestionale del servizio e la sua disciplina. La gara premierà la qualità dell'offerta e il progetto di valorizzazione dell'impianto.

La piscina di Ala è chiusa dall'anno scorso, dal lockdown, a parte una breve riapertura nell'estate 2020. Con il 31 dicembre scorso era scaduto l'appalto con il vecchio gestore, nel frattempo l'amministrazione ha istituito il servizio pubblico, scelto la forma gestionale e approvato il nuovo disciplinare di gestione, definendo con chiarezza gli obblighi della ditta concessionaria, nonché i rapporti tra questa ed il Comune.

È stata redatta una Carta dei Servizi della piscina, con gli standard di qualità ed altri elementi importanti, come ad esempio le tariffe e gli orari di apertura. La Carta mette nero su bianco l'offerta che la piscina, con annessi centro benessere e palestra, dovrà garantire. Un processo perciò complicato, ma necessario per garantire una gestione efficiente e trasparente. Ora tutto è pronto per l'ultimo passaggio, l'affidamento della piscina ad una ditta specializzata tramite non più un contratto di appalto, bensì una concessione di servizi.

Il termine ultimo per presentare un'offerta è fissato per le 10 del 2 agosto, ma già entro l'8 luglio i partecipanti alla gara dovranno richiedere il sopralluogo (obbligatorio) all'impianto sportivo. La concessione ha una durata di cinque anni, con opzione di rinnovo per altri cinque; il valore complessivo (comprensivo del rinnovo e dell'eventuale proroga) è di oltre 3 milioni di euro.

“Per questa gara - spiega il sindaco Claudio Soini - abbiamo deciso di stilare un capitolato preciso e puntuale, che premierà la qualità tecnico-economica e non solo e soltanto l'offerta più bassa, questo per far crescere il servizio e premiare chi saprà presentare il progetto più valido e innovativo”. L'offerta tecnica prevede infatti un massimo di 75 punti, rispetto ai 25 di quella economica. Il programma di attività sportive, ricreative e a valenza sociale, la proposta di attività per giovani e giovanissimi, le proposte estive per ragazzi, il programma di promozione e marketing, eventuali orari di apertura aggiuntivi o migliorie saranno valutati e premiati, così come l'attenzione ai disabili o le agevolazioni per i residenti. Copia integrale del bando è disponibile anche sul sito istituzionale del Comune di Ala all'interno della sezione "Amministrazione trasparente - bandi di gara e contratti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ala, piscina comunale chiusa da un anno: aperta la gara per la gestione

TrentoToday è in caricamento