Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'addio ad Agitu, Ianeselli: «aveva scelto le nostre montagne per provare a migliorarlo questo mondo guasto»

Il commento commosso del sindaco di Trento, ricordando una donna simbolo di integrazione, di impegno e di forza

 

Anche il sindaco di Trento Franco Ianeselli è intervenuto durante la cerimonia organizzata per permettere a tutti di salutare per l'ultima volta la pastora etiope Agitu Ideo Gudeta, brutalmente assassinata a fine dicembre. «Quello che è avvenuto è stato qualcosa di atroce» ha affermato Ianeselli  «per Agitu, per tutta la comunità che si è sentita colpita e ferita in una maniera profondissima. Prima, i familiari, ci dicevano "grazie perché avete accolto Agitu". In queste giornate abbiamo capito che la ragione per cui noi eravamo così vicini a lei, le persone che l'hanno conosciuta direttamente, le persone che ne avevano sentite parlare, non è tanto perché noi avevamo accolto Agitu, ma perché Agitu aveva scelto di stare qui da noi». 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrentoToday è in caricamento