rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Attualità Riva del Garda

Afghanistan, a Riva del Garda in arrivo 90 profughi

Passeranno un periodo di quarantena nella base dell'esercito, poi partiranno le pratiche per l'asilo politico

Circa 90 persone sono attese in Trentino dall'Afghanistan nell prossime ore. Si tratta di un gruppo di profughi che arriva nell'ambito del programma di accoglienza e di smistamento che sta coordinando il governo nazionale. Il presidente della Giunta provinciale Maurizio Fugatti, in mattinata aveva chiesto una regia dall'alto per coordinare le operazioni, temendo anche l'infiltrazione di potenziali terroristi tra i rifugiati.

La conferma è stata data al presidente della Provincia autonoma di Trento dal commissario del Governo, dopo aver sentito la sindaca di Riva del Garda, Cristina Santi. Proprio a Riva saranno infatti ospitati i profughi: la struttura adibita all'accoglienza sarà la base di addestramento militare di proprietà dell’esercito dove i profughi - circa 90 persone - osserveranno un periodo di quarantena al termine del quale saranno seguiti dal Ministero dell'interno per tutte le procedure connesse all’accoglienza per asilo politico e per stabilire le future destinazioni.

Si tratta per lo più di nuclei familiari, accompagnati dall’esercito italiano dall’Afghanistan fino a Fiumicino e da lì accolti in strutture dell’esercito in tutta Italia. Il presidente della Provincia a sua volta ha sentito la sindaca di Riva del Garda per assicurare disponibilità e supporto sul piano logistico ed organizzativo, stante il fatto che l’operazione è gestita dalle strutture statali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Afghanistan, a Riva del Garda in arrivo 90 profughi

TrentoToday è in caricamento