Acquacoltura, un milione e mezzo di euro di contributi

Le domande possono essere presentate dal 5 al 31 ottobre 2020

Ammonta a un milione e mezzo di euro la dotazione finanziaria dei bandi, approvati dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore all’agricoltura, per lo sviluppo sostenibile dell’acquacoltura e per il sostegno delle attività di trasformazione e commercializzazione dei suoi prodotti. Le domande di contributo potranno essere presentate dal 5 al 31 ottobre del 2020 utilizzando i moduli disponibili sul sito istituzionale della Provincia autonoma di Trento.

Con il provvedimento adottato sono stati anche approvati i criteri e le modalità per la concessione dei finanziamenti. Le risorse disponibili trovano copertura nel fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca. La Provincia erogherà i contributi anticipando eventualmente anche le quote di competenza comunitaria e statale. Per quanto riguarda l’acquacoltura, per la quale sono disponibili 800 mila euro, l’iniziativa vuole favorire un’attività che sia sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse, innovativa, competitiva e basata sulle conoscenze. Per quanto riguarda commercializzazione e trasformazione, per le quali sono disponibili 700 mila euro, l'obiettivo è il miglioramento dell’organizzazione del mercato dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura e la promozione degli investimenti nei settori della trasformazione e commercializzazione.


Al Servizio Agricoltura della Provincia autonoma di Trento spetterà l'onere di accogliere le domande e svolgere l’istruttoria amministrativa. Ulteriori informazioni e i moduli per la presentazione delle domande di contributo sono disponibili sul sito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento