Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità Cles

Lago di Santa Giustina, la gestione turistica nella mani di Apt Val di Non: siglato l'accordo

All’ApT vengono affidati il coordinamento e la gestione di tutte le attività commerciali e turistiche, la gestione e l’organizzazione della pratica escursionistica e dell’attività sportiva e turistica della canoa e kayak, la gestione ed organizzazione di altre attività ludiche e sportive, la gestione e l’organizzazione di eventi e manifestazioni

L'accordo è stato siglato tra la società Dolomiti Edison Energy, titolare della concessione per l’utilizzo delle acque per fini idroelettrici del Lago di Santa Giustina e l'azienda per il Turismo Val di Non Val di Non, soggetto incaricato dai comuni rivieraschi della Val di Non a gestire le attività di navigazione lacustre. La firma del contratto di comodato, avvenuta simbolicamente sulla spiaggia della località Plaze di Predaia a giugno, segna l’inizio di una nuova era per quanto riguarda la valorizzazione turistica del lago. Il contratto stipulato scadrà il 31 dicembre 2022. 

All’ApT vengono affidati il coordinamento e la gestione di tutte le attività commerciali e turistiche, la gestione e l’organizzazione (anche tramite apposite scuole e partners) della pratica escursionistica e dell’attività sportiva e turistica della canoa e kayak, la gestione ed organizzazione di altre attività ludiche e sportive, la gestione e l’organizzazione di eventi e manifestazioni. Attività compatibili con la produzione idroelettrica che continuerà ad essere operata da Dolomiti Edison Energy. 

«Il lago di Santa Giustina» afferma il presidente dell’ApT Val di Non Lorenzo Paoli «negli ultimi anni ha visto crescere l’interesse da parte di residenti e turisti, anche grazie alle opere che lo rendono fruibile nella località Plaze di Predaia e alle attività di vista guidata dei canyon del Novella. Apt Val di Non ha individuato nel lago uno dei principali punti di interesse della vale sul quale strutturare il prodotto acqua, con l’intenzione di potenziare i servizi per l’ospite e promuovere la filiera turistica ad esso associata. Da circa 20 anni la Comunità della Valle di Non e i Comuni rivieraschi Novella, Sanzeno, Predaia, Ville d’Anaunia, Cles, Cis, Livo, Dambel hanno scelto di investire i fondi strategici in opere di sviluppo e miglioramento che rendono accessibile e fruibile il lago in alcuni suoi punti. Ora i Comuni hanno individuato nell’Azienda per il Turismo Val di Non il soggetto incaricato a gestire le attività di navigazione lacustre, interfacciandosi con la società Dolomiti Edison Energy che mantiene l’utilizzo idroelettrico nella gestione ai fini turistici delle sponde del lago di Santa Giustina, con evidenti ricadute ludico e sportive, con la finalità di valorizzare e sfruttare in chiave turistica il lago, attraverso la promozione, la vendita e l’organizzazione delle attività».  

L’interesse ad inserire il Lago di Santa Giustina nell’elenco delle acque pubbliche con cui aprire al territorio della Val di Non l’utilizzazione anche ai fini turistici del Lago di Santa Giustina arriverebbe proprio dalla Comunità locale e dagli 8 Comuni rivieraschi. Un accordo nato anche in considerazione della particolare e crescente attenzione che i turisti, oltre ai residenti, mostrano da tempo nei confronti del lago. A questo si aggiunge la volontà degli operatori del settore e della Pubblica Amministrazione della Val di Non che credono su un turismo legato alle attività relative alla navigazione lacustre e per questo hanno deciso di investire.

Il percorso per arrivare a questo accordo ha visto diverse parti coinvolte. Nei mesi precedenti alla firma, infatti, ApT ha manifestato l’interesse di collaborare attivamente con altri importanti partner che ad oggi operano sul lago: l'associazione Pescatori Sportivi Dilettanti Val di Non e la Delegazione della Lega Navale Val di Non – Santa Giustina, trovando con essi obbiettivi comuni ed iniziando a costruire una strategia condivisa per la gestione delle attività compatibili con l’utilizzo ai fini della produzione idroelettrica. 

«Attraverso questo accordo» spiega Andrea Widmann, vice presidente dell’ApT Val di Non «all’ApT viene affidato un ruolo di regia delle attività turistiche che si svolgeranno sul lago. Si tratta di un ruolo di garanzia, sia per la collettività, poiché ci saranno delle risorse economiche che verranno reinvestite nello sviluppo turistico, sia per i partner come il Parco Fluviale Novella e i privati che avranno un unico interlocutore che garantirà regole uguali per tutti. ApT intende avviare già dalla stagione estiva 2021 l’attività di gestione delle escursioni in Kayak, strutturandola adeguatamente nel quadro normativo vigente, tutelando e valorizzando gli operatori che autonomamente già negli scorsi anni hanno praticato tale attività. Questo tipo di attività rientra esattamente nella Legge Provinciale n. 8 del 12 agosto 2020 promossa dall’assessore Failoni che riconosce l’ApT come ente preposto allo sviluppo turistico della valle e le impone l’implementazione delle ‘altre attività’ di interesse generale da svolgere con carattere economico/commerciale».  

Questo il commento di Luigi Magnaguagno Amministratore Delegato di Dolomiti Edison Energy: «Siamo felici di aver supportato in maniera attiva grazie a questo accordo lo sviluppo di un progetto ambizioso, che ha dato una nuova identità ad uno spazio molto caro alle persone della Valle, uno spazio valorizzato che garantirà momenti di relax, socializzazione e sport a residenti e ospiti. La convenzione testimonia il profondo legame con la Valle e l’impegno di Dolomiti Edison Energy per diffondere la cultura della sostenibilità per la valorizzazione del territorio e per una crescita condivisa con le comunità che ospitano gli impianti della società». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Santa Giustina, la gestione turistica nella mani di Apt Val di Non: siglato l'accordo

TrentoToday è in caricamento