Sabato, 25 Settembre 2021
TrentoToday

All'ombra del Titano si rivede Rigo

In un San Marino amico il pilota di Borgo Valsugana testerà i nuovi sviluppi alla Citroen DS3 N5, puntando al bottino pieno in chiave CIRT e Trofeo Italia N5.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Archiviata la parentesi mondiale del Rally Italia Sardegna si torna a parlare di Campionato Italiano Rally Terra, in ottica tricolore, ed ecco che ai nastri di partenza del prossimo San Marino Rally, in programma per il 25 e 26 Giugno, ritroveremo al via anche Riccardo Rigo, attuale leader tra le nuove vetture di classe N5. Una situazione di classifica che, ad una prima apparenza, potrebbe risultare ovvia dato il primato solitario nel CIRT, Coppa ACI Sport N5 Nazionale, e nel Trofeo Italia N5 ma che vede il pilota di Borgo Valsugana desideroso e speranzoso di incontrare nuovi rivali sul suo cammino. “Dopo aver saltato la trasferta della Sardegna” – racconta Rigo – “ritorniamo al via dell'italiano terra con il San Marino. Ci presentiamo da leader di campionato, dopo l'Adriatico, ed è vero che nel primo appuntamento siamo stati gli unici a prendere punti. Alla prima gara qualche N5 al via c'era e la lotta è stata anche interessante, sino al momento del ritiro dei nostri avversari. È davvero un peccato che non si riesca a comprendere le potenzialità di questa categoria innovativa. Sono vetture molto divertenti, performanti e sulla terra si possono ottenere risultati davvero importanti. Dal canto nostro è soltanto la terza gara quindi siamo ancora in crescita.” Un appuntamento, quello di Rigo con la Repubblica del Titano, che riporta alla mente ricordi decisamente positivi come il sesto assoluto e primo di classe R4 firmato nell'edizione del 2019. Partendo da questo il portacolori della Scuderia Malatesta, ritrovando al proprio fianco Alessio Angeli, testerà le ultime evoluzioni apportate da Power Brothers, dei fratelli Colonna, sulla Citroen DS3 N5, nell'intento di iniziare a scalare le gerarchie della classifica assoluta. “In seguito all'Adriatico i fratelli Colonna hanno lavorato molto sulla vettura” – sottolinea Rigo – “andando a sostituire completamente il comparto sospensioni. Questo San Marino ci sarà utile per provare alcune soluzioni sulle molle e soprattutto sui differenziali. Come per le precedenti uscite stagionali anche questa sarà un laboratorio. Vogliamo continuare a migliorarci.” Due le frazioni di gara in programma per il weekend, a partire dalla power stage “San Marino” (2,04 km) del Venerdì pomeriggio, aperitivo gustoso per la giornata vera e propria di gara. Otto le prove speciali previste per il Sabato seguente con due tornate complete sul trittico composto da “Terra di San Marino” (4,75 km), “Macerata Feltria” (7,47 km) e “Sestino” (14,88 km) e da una conclusiva che conterà soltanto le ultime due, a chiusura dell'evento. “Solitamente il percorso di gara qui mi piace” – conclude Rigo – “anche se non so esattamente come saranno le prove di questa edizione. Abbiamo corso tante volte qui quindi sappiamo, più o meno, cosa aspettarci. Di solito si trovano cambi di ritmo, da tratti veloci ad altri molto stretti e guidati. Grazie ai fratelli Colonna per lo sviluppo che continuano a svolgere incessantemente.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'ombra del Titano si rivede Rigo

TrentoToday è in caricamento