Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Orsetto curato al centro Casteller: il momento della liberazione

 

"Liberato l'orsetto". È con queste semplici parole che la pagina Facebook, Convivere con l'orso sulle Alpi annuncia la liberazione del piccolo curato al centro Casteller. Nel video della liberazione, avvenuta nei boschi del Brenta Orientale, si vede l'animale guardarsi intorno con circospezione, per poi darsi alla fuga a gambe - o sarebbe meglio dire zampe - levate.

"È con piacere che ammiriamo la corsa dell'orsetto che riacquista la libertà e si allontana nel bosco - annota il gruppo -. Trovato stremato e privo di forze un mese fa (con ogni probabilità allontanato dalla madre da qualche maschio) ora sembra pieno di vitalità, a lui auguriamo tutta la fortuna possibile!". L'orsetto, che ha circa sei mesi, è stato ospite del Castellar per cinque settimane, durante le quali è riuscito a rimettersi in sesto. Il cucciolo era stato recuperato lo scorso 27 maggio in stato di grave debilitazione nella zona del lago di Molveno. Durante le fasi di cura e rilascio, i contatti con l'uomo sono stati ridotti al minimo indispensabile. La riabilitazione - precisa la provincia di Trento - è stata realizzata seguendo le linee guida, redatte già nel 2011 ed in raccordo con il ministero dell'Ambiente e con Ispra.

"In queste settimane - continua la Provincia  - l’animale ha manifestato grande appetito e vitalità, arrivando a quadruplicare il proprio peso iniziale che si aggirava sui 4-5 chili. Nelle prime fasi dopo il recupero l’orsetto è stato alimentato con il latte; ha mangiato molta frutta e verdura e si è dimostrato particolarmente ghiotto di ciliegie. L’ipotesi è cha la madre sia stata costretta ad abbandonarlo dall’intervento di qualche maschio - data la stagione degli amori che caratterizza il periodo primaverile - ma non vi sono elementi per escludere altre cause".

Potrebbe Interessarti

  • Temporale a Bolzano: albero cade sulle auto

Torna su
TrentoToday è in caricamento