Tennis tavolo: vola il TS Service Lavis in B1, equilibrio nei campionati regionali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

E' stato un fine settimana molto intenso quello appena trascorso per il movimento pongistico trentino, che ha avuto nella disputa della seconda giornata dei campionati nazionali e regionali, e nella 1° prova del campionato giovanile, gli appuntamenti clou.

Per una volta capovolgiamo l'ordine e cominciamo a parlare non della B1 nazionale maschile, ma della D2 Regionale.

Qui, è un terzetto formato dal San Giuseppe di Rovereto, dal Besenello e dal Bolghera, a guidare la classifica a punteggio pieno.

Un trio che nel proseguimento del campionato facilmente diventerà un duo, infatti, il Besenello e il San Giuseppe, hanno la forza tecnica e tattica, per fare lo strappo e arrivare a giocarsi testa a testa la leadership della categoria.

Sabato, per gli uomini di Francesco Montermini c'è voluto tutta la determinazione del caso per sconfiggere il PaninoCenterLavis, privo di Enrico Capuano, netti i successi del San Giuseppe, 5-0 al Villazzano e 5-1 del Benello ai danni del San Rocco di Rovereto.

Anche in D1 la classifica è guidata da tre compagini che rispondono al nome di Bolghera, Arco, e Cles, ed anche in questo caso, gli arcensi e i nonesi, hanno qualche in freccia in più da lanciare dal proprio arco.

Secco il successo dei nonesi contro la neopromossa Villazzano per 5-0.

Si sono chiuse sue 5-4 le fatiche delle altre due capolista.

Il Bolghera, di Nardelli e C, ha fatto fatica a piegare la resistenza dei coriacei pongisti dell'Oratorio Perginese, stesso discorso vale per i giocatori della "Busa" di Arco, che hanno espugnato il campo del Lavis.

In C2, le cose non cambiano. Anche qui in vetta tre formazioni, Mezzolombardo, Arco, e Besenello.

Qui c'è da fare una premessa.

Se il Mezzolombardo, farà giocare questi effettivi, vale a dire Gasser e Makynian, supportati da Andrea Gatti, ed Edoardo Luchin, non ce ne sarà per nessuno.

Se invece, a metà stagione, una volta fatta approdare questa formazione in acque tranquille, qualcuno dovesse salire a dare man forte alla C1, tutto sarebbe rimesso in gioco per altre contendenti.

Ora, è il caso di riprendere l'ordine naturale delle cose, parlando del cammino della B1 Maschile, dove è inserita la formazione del Lavis.

I trentini, hanno bissato il successo di sette giorni fa ottenuto a Parma, andando a vincere tra le mura amiche contro gli Alfieri di Romagna.

Un 5-3 frutto di un gioco di squadra, dove tutti hanno contribuito al successo finale.

Contro i romagnoli, squadra che reciterà di sicuro un ruolo da protagonista assieme ai trentini, c'è voluto il miglior Lavis, per mettere in riga giocatori del calibro di Alessandro Ruscelli, 40 d'Italia, il Rumeno Nita Petrica, e Danilo Celli, numero 144.

Le doppie di Moiseev e Kakorin ed il punto preziosissimo di Lorenzo Chiecchi, che ha battuto il rumeno,Nita Petrica, hanno completato l'opera.

Con quattro punti i lavisani, guidano il campionato dopo due turni, e possono aspettare il prossimo incontro, che è in programma a metà novembre con molta tranquillità.

I campionati si fermeranno per consentire l'attività individuale, con tornei, che si svolgeranno su tutto il territorio nazionale, e riprenderanno a metà novembre.

In B2 Nazionale maschile, chi ancora non è riuscita a rompere il ghiaccio, è la compagine lagarina del Besello, che sabato in casa, non è riuscita a battere gli altoatesini del Termeno.

Per carità Atz, Bertignol e Ghetta, sono tre buoni e navigati giocatori, ed il 5-2 finale, col quale si è chiuso il match, ha lasciato parecchio amaro in bocca.

Con diversi incontri finiti, alla bella, ed altri molto combattuti sotto il profilo del risultato, è sembrato mancare il giusto approccio all'incontro, che nel tennis tavolo, è la chiave di volta per vincere molte sfide.

Speriamo che l'occasione sfumata contro i pur bravi ed esperti cugini altoatesini, non costi molto agli atleti di capitan Aldrighetti, che ha rotto il ghiaccio assieme a Jacopo Endrizzi, conquistando il primo match in questa stagione.

In C1 Nazionale maschile il bilancio delle trentine è stato sicuramente negativo.

Tre sconfitte, hanno perso le due formazioni del Villazzano, ed il Mezzolombardo, a salvare il naufragio, ci ha pensato il Lavis, che ha rifilato un pesante 5-0 al Lana.

Ha perso il Villazzano B, non è bastata la tripla di Andrea Galler, non supportato da Bernard e da Galvagni.

Troppa la forza di Lange, doppia per lui, aiutato e non poco dai compagni, doppietta per Michail Mair e GREGOR Schonafinger.

Ha perso in casa il Mezzolombardo contro il Bressanone per 5-2.

A punti Mattia Michelon e Stefan Stefanovic, troppo poco perché speri nella salvezza, sempre che nel futuro la formazione di Angelo Favetta, non attinga dalla C2 nel prelevare e far salire, o Gasser,o, Makinyan.

Fermi i campionati, spazio ai tornei nazionali ed internazioni.

Ed a proposito di manifestazioni internazionali, dal 24 al 26 Ottobre 2014 Angolo Terme in provincia di Brescia, ospiterà il Trofeo Transalpino, al quale parteciperà la nostra rappresentativa.

All'evento riservato all' under 15, sono stati convocati i seguenti atleti Stefania Demonte del Villazzano, Antonella Andreata, del Lavis e Giulia Endrizzi del Besenello, per la categoria femminile, per i maschi questi i nomi scelti dal selezionatore/allenatore Maxim Moiseev, Jacopo Endrizzi del Besenello, Michele Valentinotti e NECULA MINA LUCAdel San Rocco di Rovereto .

Torna su
TrentoToday è in caricamento