Ennesimo miracolo sportivo della Dolomiti Energia: Milano sconfitta e serie in parità

Succede di tutto al PalaTrento, Milano sembra in controllo della gara ma viene schiacciata nell'ultimo quarto dai ragazzi di Buscaglia. Trento vince 77-74 e si coccola Shavon Shields, autore di 31 punti

Il pubblico del PalaTrento, foto: aquilabasket.it

TRENTO Gli spettatori presenti questa sera al PalaTrento faranno fatica a prendere sonno nelle prossime ore. La Dolomiti Energia ha compiuto un'impresa che rimarrà nella storia della società e della città, a prescindere dall'esito finale della serie. Milano è stata sempre in vantaggio nei primi tre quarti, toccando anche il +12 e dando la sensazione di essere davvero troppo superiore. Sembrava dunque un film già scritto, poi però è accaduto l'inimmaginabile. Nei primi minuti dell'ultimo quarto, l'Aquila ha staccato Milano con un parziale di 21-2 in poco più di sette giri di orologio. L'Olimpia si è ritrovata sotto addirittura di 18 e, nonostante un tentativo di rimonta, ha perso 77-74. Un epilogo davvero impronosticabile alla vigilia, che rimette tutto in discussione. La serie si sposta ora a Milano, ma tornerà a Trento per gara 6 in programma venerdì 15. Ne vedremo delle belle.

Dichiarazione pre-partita di Ojars Silins, l'ala della Dolomiti Energia: «Per una partita importante come gara-4 ci serve più che mai il nostro gioco, il nostro miglior gioco: dobbiamo riprendere subito il discorso interrotto in gara-3, cominciando il match subito intensi ed aggressivi. Il pubblico di Trento ci fa sentire bene, ci carica, alimenta le riserve di energia fisica e mentale di cui necessitiamo per il tipo di pallacanestro che esprimiamo. I piccoli aggiustamenti che abbiamo apportato dopo gara-2 hanno dato buoni frutti, anche perché ci siamo fatti trovare tutti pronti fin dal primo istante: determinati a rimbalzo, attivi in difesa, coinvolti e altruisti in attacco. La stanchezza? Giocare con questi ritmi fa parte dei playoff, entrambe le squadre hanno tante partite nelle gambe e sappiamo quanto sia importante recuperare le energie fra un match e l'altro».

PRIMO QUARTO Il quintetto scelto da Buscaglia è lo stesso di gara 3: Forray, Silins, Sutton, Shields e Dustin Hogue da 5. Milano sblocca la partita con Goudelock. Avvio molto timido della Dolomiti che perde subito due palloni in un minuto. Tarczewski segna e subisce fallo da Sutton sotto canestro, Trento deve ancora realizzare un punto. (0-4 Milano, 7:08 da giocare). Dustin Hogue fa 2/2 ai liberi, Shields va a segno in penetrazione: l'Aquila si è svegliata! Micov manda al bar Sutton e segna dalla media. Silins sfida Gudaitis e viene premiato dagli dei del basket con il canestro e il tiro libero aggiuntivo realizzato. Buscaglia si gioca la carta Lechthaler, che ripaga subito la fiducia con un 2/2 ai liberi. Le squadre si allungano molto nel finale di quarto, mettendo in campo un agonismo degno di una finale scudetto. Sutton e Kuzminskas fanno entrambi en plein dalla lunetta, infine Cusin fissa il punteggio dei primi dieci minuti sull'11-13 per Milano. L'equilibrio regna sovrano per il momento

SECONDO QUARTO Bertans inaugura il secondo quarto con un gioco da tre punti. Jerrells si mangia Forray e appoggia al ferro altri due punti, Milano va a +7 e Buscaglia si vede costretto a chiamare time-out. (Parziale Olimpia 5-0). Sutton se la gioca spalle a canestro con Abass e vince il duello, mentre Curtis Jerrells continua a far vedere i sorci verdi a Toto Forray. Momento di grande difficoltà per Trento, Milano scappa a +9 con Goudelock e Tarzcewski, che sotto a canestro è incontenibile (15-24 Milano; 5:25 da giocare). Goudelock segna ancora, la Dolomiti prova a rimanere in partita con la tripla di Silins. Sutton stoppa in modo clamoroso Goudelock, quest'ultimo però si riscatta subito sparandogli in faccia il canestro del +10. Trento rimane comunque in partita, riuscendo a respingere i tentativi di fuga di Milano. Beto Gomes si fa beffe della difesa milanese e schiaccia di prepotenza mandando il PalaTrento in delirio, coach Pianigiani chiama time-out. Shields fa 2/2 ai liberi, Micov dall'altra parte rimanda Milano a +5. Si va all'intervallo con Milano avanti 29-34, tutto ancora in gioco.

TERZO QUARTO Cinciarini si sblocca da tre punti, per la Dolomiti risponde Hogue. Goudelock è sempre il pericolo numero uno per la difesa della Dolomiti, che fa fatica a frenarlo, in attacco però l'Aquila è più viva che mai grazie a Shields e Sutton. (37-39 Milano; 7:14 da giocare). Cinciarini segna un altro canestro di esperienza, seguito dalla tripla di Kuzminskas. Quando Trento sembra sprofondare, ecco che arriva l'uomo della provvidenza: Shavon Shields. Il danese prima ferma l'inerzia milanese, poi sfrutta la rubata di Forray per concretizzare un gioco da tre punti: PalaTrento in delirio! (42-44 Miiano; parziale 5-0 Trento). Milano, da grande squadra, risponde immediatamente con un parziale di 9-0 firmato da Micov e Goudelock. Il serbo sta giocando una pallacanestro meravigliosa, Milano è a +11 grazie a lui. Dopo il time-out obbligato di Buscaglia, Trento segna subito un canestro e costringe Micov al fallo in attacco. Shields segna ancora dalla media, Sutton lo segue a ruota con una tripla che riporta Trento nuovamente a contatto: che partita fantastica! Dustin Hogue segna un canestro nei secondi finali: Trento sotto 52-55, si decide tutto nell'ultimo quarto!

ULTIMO QUARTO Dustin Hogue segna e adesso Trento è sotto solamente di uno, l'americano si ripete poco dopo con un lay-up e una rubata su Bertans. È lui il vero faro della Dolomiti ora. Shields segna un canestro di una difficoltà clamorosa, Trento è avanti di uno! (58-57; 6:50 da giocare). Silins segna la tripla che vale il +5, il PalaTrento esplode di gioia. Shields ruba palla e si invola in contropiede, dove realizza con il fallo di Cusin (stoppata irregolare). Milano accusa il colpo, Pianigiani è incredulo per come la partita sia completamente in mano a Trento ora. (69-57 Dolomiti; 4:00 da giocare). Shields realizza l'ennesimo tiro dall'area, gara 4 è ormai in pugno. Nei minuti finali, Trento si prende addirittura il lusso di umiliare l'EA7, andando quasi a +20. Bertans e Jerrells rendono meno amaro il punteggio dominando nel finale, ma ormai il destino è segnato. Trento vince 77-74 e pareggia la serie! 

LA PAROLA A COACH BUSCAGLIA

"C'è una premessa da fare: è stata una partita di una durezza incredibile. Nel primo tempo siamo rimasti attaccati a Milano grazie alla difesa perché in attacco eravamo sterili. All'intervallo ci siamo parlati e abbiamo detto che dovevamo crederci perchè era tutto ancora in gioco nonostante le fughe di Milano. Nel terzo quarto abbiamo visto che potevamo attaccare il lato debole e tirare bene da fuori. Poi i ragazzi hanno fatto sette minuti veramente incredibili. Sono un po' arrabbiato perchè negli ultimi 3 minuti abbiamo smesso di giocare permettendo a Milano di rientrare. Da un lato ci può stare un calo quando sei stanco e vedi quel punteggio sul tabellone. Alla fine conta il risultato, abbiamo portato a casa una gara davvero tosta. Adesso bisogna andare a giocare gara 5 in modo intelligente visto che ci siamo guadagnati l'opportunità di giocarla."

aquila  1-2aqui-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ovuli di coca ed eroina: fermati al Brennero con 2,5 chili nello stomaco

  • Attualità

    Riaperta la strada di Cembra, chiusa per frana

  • Politica

    Pesticidi: il clorpyriphos doveva essere bandito in Trentino dal 2016

  • Cronaca

    Pregiato Bordeaux francese, in realtà vino da 2 euro: ecco la truffa

I più letti della settimana

  • Incidente mortale, esce di strada e finisce in un burrone: morto 38enne

  • Ragazzo scomparso da casa, l'appello su facebook: "Aiutateci a ritrovarlo"

  • E' Cristina Pavanelli, trentina, la donna morta sul Flixbus in Germania

  • Forbes, 5 città italiane da visitare prima che lo facciano tutti: Trento c'è

  • "Salvini togli anche questi": a Trento arriva la 'protesta dei lenzuoli bianchi'

  • Malore alla guida: accosta con l'auto e urta un'Ape

Torna su
TrentoToday è in caricamento