Aquila - Olimpia: gara 5. LA DIRETTA

Quinto incontro tra le due candidate al titolo di Campione d'Italia 2018: gara 5 a Milano tra Dolomiti Energia ed EA7 Armani

foto di Franco Moscardini Trento Supporters: il Forum gremito per gara 5

"Fin da quando sono cominciati i nostri playoff, con la gara-1 dei quarti di finale ad Avellino, sapevamo di avere una chance di arrivare fino a qui, di potercela giocare fino in fondo contro tutti". Così Toto Forray capitano dell'Aquila basket, presenta una gara 5 che vale come una finale, o meglio come un punto dal quale ripartire dopo una parità raggiunta con tutta l'energia e la voglia di vincere di cui è capace la squadra di coach Buscaglia.

Primo quarto: una tripla di Sutton porta l'Aquila in vantaggio ed apre subito la partita, i primi minuti sono particolarmente energici da entrambe le parti. Il ritmo di gioco dà l'idea dell'importanza del match. In 5 minuti il tabellone segna 10-10, poi l'Olimpia ingrana una marcia in più e scatta avanti: 31-22 alla fine del primo quarto. 

Secondo quarto: con un miniparziale da 6 punti l'Aquila accorcia le distanze, poi Dustin Hogue firma il sorpasso sul 37-38. Milano a 5 falli, Aquila a 4, si procede sul testa a testa, 5 punti consecutivi di Goudelock: è il primo giocatore della partita ad andare in doppia cifra. Ritmi serratissimi. Aquila sempre in partita, entrambe le squadre a 5 falli. Il nuovo vantaggio è firmato da una tripla di Sutton sulla sirena: 48-50.

Terzo quarto: Aquila rapidamente a +6, Hogue e Sutton trovano il canestro dalla linea dei 3 punti ma Cinciarini trascina Milano a cercare la rimonta che arriva sul 59-58. Penetrare la difesa mmilanese è impresa ardua: tripla anche di Beto che riporta la parità a 63. "Non ti lasceremo mai" il coro trentino risuona nel Forum e si sente anche alla tv. Si sente l'assenza di Flaccadori nella difesa trentina: Milano trova il varco più volte. Il finale del terzo quarto è dell'Olimpia: 71-66. 

Quarto quarto: dopo alcuni  minuti di inerzia  in cui nessuna delle due squadre sembra riuscire a realizzare la situazione si sblocca a favore dell'Olimpia, Trento arriva a -6 frenata anche da due giocatori a 4 falli: Silins e Shields, protagonisti come non  mai di questa gara 5. Gudaitis realizza il 22esimo punto su tiro libero della serata per Milano: 78-72, e ci sono ancora 5 minuti da giocare. Si gioca fino alla fine, tripla di Shields, vero protagonista, porta l'Aquila a un solo punto di distanza (85-84): miglior realizzatore della partita con 21 punti. E' ancora l'americano-danese che porta Trento a 87-87, si gioca tutto negli ultimi secondi. Sempre lui riesce a trovare una tripla da urlo, 89-90, ma firma anche la condanna dell'Aquila con un fallo che vale a Milano 2 punti. A chiudere definitivamente la partita è la stoppata di Goudelock su Sutton all'ultimo secondo: 91-90.

GARA 4: miracolo dell'Aquila, si torna in parità

Potrebbe interessarti

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • Notte Bianca: rimozione forzata in tutto il centro, 28 locali allargano lo spazio esterno

I più letti della settimana

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • A22: camion contro auto della Polizia, agente estratto dalle lamiere

  • Cade nel torrente, lo ritrovano alla diga

  • Incidente frontale, auto invade la corsia opposta e si schianta contro un camion: trentino ferito

Torna su
TrentoToday è in caricamento