L'Itas da sola in testa con otto punti di vantaggio sulla seconda

L' Itas Diatec Trentino chiude il mini-ciclo di gare in trasferta (tre negli ultimi otto giorni) conseguendo un'altra importante vittoria, la nona consecutiva fra campionato, Champions e Coppa Italia

L’ Itas Diatec Trentino chiude il mini-ciclo di gare in trasferta (tre negli ultimi otto giorni) conseguendo un’altra importante vittoria, la nona consecutiva fra campionato, Champions e Coppa Italia. In questo caso ad essere violato è stato il PalaKemon di San Giustino, campo su cui i Campioni del Mondo, d’Europa e d’Italia si sono imposti per 3-0 (ottavo match di fila senza perdere set) consolidando ulteriormente la propria leadership nella classifica della Serie A1 Sustenium.

I gialloblù hanno approfittato della sconfitta di Macerata a Cuneo, nello scontro fra le prime due inseguitrici, per aumentare il proprio vantaggio sul secondo posto, distante ora otto punti con l’aggancio degli stessi piemontesi ai marchigiani. La vittoria in terra umbra è frutto dell’ennesima buona prestazione fra battuta ed attacco ma anche naturale conseguenza delle grande alternative offerte dalla rosa.sa
 
Senza la coppia titolare di posto 3 Djuric-Birarelli (il primo rimasto a Trento, il secondo solo in panchina perché alle prese con leggero attacco influenzale), Stoytchev ha infatti gettato nella mischia una diagonale di centrali inedita, ma che ha saputo subito calarsi alla perfezione nel sistema di gioco trentino: Brinkman e Burgsthaler hanno infatti svolto pienamente la propria parte realizzando due muri a testa e viaggiando su ottime percentuali in attacco (100% il canadese, 80% Matteo).
 
Proprio questo fondamentale è stato ancora una volta decisivo in favore dei gialloblù, che hanno fatto registrare il 63% di squadra ben orchestrati ancora una volta da Raphael. Il trio di palla alta ha girato ancora una volta a dovere: Stokr 56%, Kaziyski 63% e Juantorena 52%, eletto anche in questo caso mvp per alcuni colpi da assoluto fuoriclasse che hanno trovato il consenso anche del numeroso pubblico di fede umbra. Nel finale gloria anche per Lanza, di nuovo in campo dopo un mese di assenza per infortunio ed autore del punto che ha chiuso la partita (il primo di sempre personale in Serie A1).

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento