Paralimpiadi 2018: la prima medaglia azzurra è trentina

Casal e Bertagnolli, i due campioni fiemmesi classe '99, conquistano il bronzo nella discesa visually impaired

Uno scatto della gara che è valsa il bronzo alla coppia trentina

Parla trentino la prima medaglia italiana alle Paralimpiadi invernali di PyeongChhang. A conquistarla i discesisti Giacomo Bertagnolli e Fabrizio Casal, terzi nella libera visually impaired (ciechi ed ipovedenti) alle spalle degli slovacchi Jacub Krako e Branislav  Brozman e dei canadesi Mac Marcoux e Jack Leitch. Non è solo la prima medaglia azzura dei giochi paralimpici 2018, bensì la prima da otto anni visto che nell'edizione di Sochi il medagliere italiano era rimasto vuoto. I due fiemmesi, entrambi classe 1999, sono da anni ai vertici mondiali di questa disciplina. Ora la loro passione è stata incoronata con un bronzo olimpico che servirà da stimolo per tutti gli azzurri a PyeongChang. (foto: Comitato Paralimpico Italiano)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Coronavirus: chiuse scuole, asili e Università

Torna su
TrentoToday è in caricamento