Calcio, Belfanti in esclusiva: "Acquisirò quote entro giugno"

L'amministratore delegato della società trentina, che nella giornata odierna dalle pagine di un quotidiano locale aveva definito "improprie" le notizie anticipate ieri da Trento Today, fa retromarcia

“Formalmente è vero: non possiedo ancora il Calcio Trento. Si tratta però solo di avere pazienza qualche giorno, c’è un inter burocratico non indifferente da percorrere. Ad esempio fino al 24 giugno l’avvocato veronese Bastianello, che possiede ancora il 10 percento delle quote, potrebbe infatti rompere le uova nel paniere”.

Piervittorio Belfanti, amministratore delegato della società trentina, che nella giornata odierna dalle pagine di un quotidiano locale aveva definito “improprie” le notizie anticipate ieri da Trento Today, fa una sostanziale retromarcia. “Non posso smentire il fatto che Marco Fattinger è tutt’ora il proprietario della società, allo stesso tempo posso però garantirvi che il tanto atteso passaggio ufficiale di consegne avverrà quanto prima, ripeto: si tratta solo di rispettare un lungo e tortuoso percorso. Da quando sono arrivato non ho mai mancato di mantenere le promesse fatte, non vedo perché dovrei cominciare ore”.
 
Insomma l’imprenditore mantovano vuole essere certo di acquisire una società definitivamente scevra di debiti: “E su questo aspetto sono ormai certo - riprende Belfanti -. Con Fattinger, che ringrazio per la collaborazione e la disponibilità, abbiamo instaurato un rapporto basato sulla sincerità. Anche per questo posso darvi la mia parola definitiva: entro e non oltre la fine di giugno completeremo il passaggio, o meglio lo formalizzeremo davanti ad un notaio visto che di fatto mi considero già da diverso tempo “il proprietario” del Trento. Ho una grandissima voglia di portare avanti un progetto importante che mi ha visto già versare diverse decine di migliaia di euro. Chiedo solo ai trentini che amano i colori gialloblù di non ascoltare i tanti - troppi - chiaccheroni e millantatori che “girano” intorno alla società senza averne alcun diritto". 
 
Da proprietario Belfanti annuncia che "Gianni Petrollini non sarà più il direttore sportivo. Invierò quanto prima una raccomandata attraverso la quale ufficializzerò al dirigente umbro la notizia. E’ un grande intenditore di calcio ma siamo incompatibili a livello caratteriale, anche se non è affatto vera la notizia che è circolata (sempre sullo stesso quotidiano locale, ndr) secondo la quale ci saremmo addirittura messi le mani addosso. Molto semplicemente c’è stata un’accesa discussione in sede al Briamasco, Petrollini voleva portar via alcuni documenti che secondo me dovevano rimanere al Trento e glieli ho tolti di mano. Non mi sembra proprio uno scontro fisico". 
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Acciaieria, cosa è successo a Borgo? La consigliera Avanzo interroga

  • Cronaca

    Allarme bomba in pieno centro: bottiglie incendiarie in piazza D'Arogno

  • Cronaca

    Tenno, niente lapide per ricordare l'omicidio di Alba Chiara: il sindaco si dimette

  • Cronaca

    "Voglio farla finita": si getta nel lago, i carabinieri si tuffano e lo salvano

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia tra Trento e Rovereto: ecco dove passa la cronometro

  • Cavalli scappano dal maneggio e provocano un incidente, poi muoiono in una scarpata

  • Il mostro di Lochness nel lago di Molveno: ecco cosa c'è dietro

  • In centro città serve l'Esercito: mozione approvata, il Patt vota con Lega e M5S

  • Trentino Casting cerca urgentemente due bikers per un film

  • Trasferta in Trentino a caccia di nidi: arrestati tre romagnoli

Torna su
TrentoToday è in caricamento