Grande Bitumcalor, sconfigge Napoli e conquista la finale

Grandissima prestazione dell'Aquila basket questa sera al Palatrento nella sfida contro Napoli. Nella partita valida per l'accesso alla finale promozione in Lega 2, la Bitumcalor ha vinto meritatamente conquistando la finale

Grandissima prestazione dell'Aquila basket questa sera al Palatrento nella sfida contro Napoli di gara 2. Nella partita valida per l'accesso alla finale promozione in Lega 2, la Bitumcalor ha vinto meritatamente conquistando la finale con un punteggio finale di 87 a 61. Trento è sembrata dall'inizio molto determinata, malgrado una partenza fulminante della BPMed, subito contenuta da Forray e compagni, che hanno poi battuto i partenopei due volte in pochi giorni.

La partita in pillole
Primo quarto: finisce 24 a 20. Dopo una partenza a razzo di Napoli, Trento ha risposto colpo su colpo. Tanti i tiri da tre punti. Nel secondo quarto la Bitumcalor sembra avere una marcia in più rispetto ai partenopei, il pubblico del Palatrento fa la sua parte e sostiene la squadra. Negri è il migliore in campo e il secondo parziale di gioco finisce con Trento avanti di 13 punti: 44 a 31. Il terzo quarto del match segna il cambio di passo dell'Aquila basket: grande prestazione di tutto il quintetto, tutta la squadra gioca a memoria e il divario sul tabellone si incrementa. Al fischio finale Trento ha 68 punti, Napoli 46. Nell'ultima frazione di gara Trento controlla quello che resta della partita; c'è spazio anche per l'espulsione di Musso nelle file di Napoli. Poi la partita finisce ed il sogno finale diventa realtà.
 
Le voci dei protagonisti
Il punto più alto nella storia della società. La meravigliosa ed entusiasmante vittoria della Bitumcalor in gara 2 contro Napoli, 87 a 61 lo score finale, ha consentito ai ragazzi guidati da Maurizio Buscaglia di accedere alla finale promozione. Ora i bianconeri dovranno attendere la bella che andrà in scena lunedì prossimo tra Chieti e Treviglio per conoscere il nome dei prossimi avversari, in ogni caso Trento avrà il fatto campo dalla sua parte e si giocherà al meglio delle cinque gare.
 
Anche in caso di sconfitta il discorso non sarà comunque chiuso: quest’anno infatti sono previste tre promozioni in Lega Due, per questo chi uscirà battuto dalla finale andrà a giocarsela contro la perdente dell’altro incontro, quello tra Trieste e Ferentino, che caratterizza la parte alta del tabellone. Il tutto senza considerare la possibilità, più che concreta, di un eventuale ripescaggio. Insomma: nessun tesserato della Bitumcalor lo dirà mai, ma di fatto la vittoria contro i campani rappresenta una gran bella assicurazione per quanto concerne il salto di categoria.
 
Tornando al giovedì sera da incorniciare per la società di via Fogazzaro, per la cronaca al PalaTrento erano presenti 2300 spettatori, Buscaglia non nasconde la propria soddisfazione: “E’ stata la vittoria dell’intensità e della squadra. Sapevamo che una corazzata come Napoli si poteva superare solo con la classica partita perfetta e lasciatemi dire che sia in trasferta che in casa i ragazzi sono stati davvero fantastici. Era necessario lavorare con grande concentrazione soprattutto in difesa, puntando moltissimo sul contropiede, cercando di mantenere sempre alto il ritmo e facendo girare continuamente la palla, tutte cose facili a dirsi ma non a farsi. Ho visto una squadra praticamente perfetta sotto tutti i punti di vista: mentale, fisico, tecnico e tattico, non c’è che dire davvero una gran bella soddisfazione”.
 
Il tecnico barese continua: “Subito dopo la partita contro Casalpusterlengo abbiamo avuto una decina di giorni per poter preparare il match con i partenopei, abbiamo lavorato con grande serietà e voglia di far bene, cercando di pensare ad un impegno alla volta e non all’intera serie. Conoscevamo a memoria le caratteristiche dei nostri avversarsi per averle studiate con attenzione e penso che i risultati si siano visti sul parquet”. Ora però bisognerà cominciare a dimenticare questa grandissima soddisfazione per poter trovare la concentrazione necessaria per affrontare la finale: “Tutti noi sappiamo che vincendo contro Chieti o Treviglio la promozione sarà sicura, senza dover disputare altri match o dover sperare nel fallimento di qualcuno. La nostro volontà è quella di conquistare la Lega Due sul campo e il prima possibile”. 
 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

  • Incidente auto-moto a Riva del Garda: motociclista trasportato in ospedale in elicottero

Torna su
TrentoToday è in caricamento