Basket, la Bitumcalor si prepara alla trasferta decisiva

All'andata i ragazzi di Buscaglia si sono imposti per 104 a 71, quindi gli avversari dovrebbero recuperare 33 punti per ribaltare la situazione: per decretare il vincitore vale infatti la differenza canestri

Una trasferta che, visto il risultato maturato nel match d’andata, dovrebbe essere una semplice formalità. La Bitumcalor, dopo aver letteralmente travolto Ferentino nella partita valida come andata della finale che assegna lo scudetto della serie A dilettanti, sarà di scena sabato- palla a due alle 21- in terra laziale. Ricordiamo che i ragazzi allenati da Maurizio Buscaglia si sono imposti con lo stratosferico risultato finale di 104 a 71 e che quindi gli avversari dovrebbero recuperare la bellezza di 33 punti per ribaltare la situazione, in questo caso infatti conta la differenza canestri per decretare il vincitore. 

Per i bianconeri si tratta della 45esima partita stagionale, un vero e proprio tour de force che però ha portato in dote grandissime soddisfazioni non solo per la società di via Fogazzaro ma anche, e soprattutto, per i numerosi tifosi che sempre più gremiscono il PalaTrento quando scende in campo l’Aquila. Tornando alla partita che chiuderà la stagione Toto Forray, play e capitano della Bitumcalor, non si nasconde: “Sarei falso se dicessi che è ancora tutto in bilico - spiega l’argentino -. Con il risultato maturato sabato scorso abbiamo la possibilità di presentarci a Ferentino discretamente tranquilli  e consapevoli che, se giocheremo come siamo capaci di fare, difficilmente potranno scucirci lo scudetto di dosso. Stiamo parlando di un obiettivo prestigioso che tutti noi vorremmo portare a casa, si tratterebbe della conclusione più bella di una stagione semplicemente fantastica”.
 
Forray pensa poi anche all’A2, che l’Aquila ha conquistato: “Eravamo partiti con l’obiettivo dichiarato di raggiungere i play off consapevoli che rispetto all’anno scorso eravamo sicuramente più squadra, poi con il passare del tempo abbiamo alzato l’asticella fino ad arrivare davvero in alto. Non ci sono stati particolari segreti credo che il lavoro che abbiamo svolto con grande serietà, giorno dopo giorno, in palestra ci abbia condotto diritti verso la promozione. Con il nostro allenatore si è deciso di pensare sempre partita dopo partita senza guardare troppo avanti, questo sia durante la regualar season che durante i play off”. Ma Forray rimarrà bianconero anche la prossima stagione: “Beh- sorride il giocatore argentino- almeno che qualcuno non mi voglia mandare via, da parte del sottoscritto c’è una grandissima voglia di rimettersi in discussione in una categoria dove non sono ancora  riuscito ad esprimere le mie qualità. Non penso ci saranno problemi di alcun tipo con la società e sinceramente non vedo l’ora di ricominciare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

  • Auto sfiorata dalla valanga, maestro di sci salvo: pubblica le foto su Facebook

Torna su
TrentoToday è in caricamento