Arge Alp arrampica in Val di Non: cerimonia di apertura e “Age of Ondra”

Sabato 19 ottobre a Cavareno impegnati i climbers U12, U14 e U16Oggi serata inaugurale in compagnia delle delegazioniArrampicavareno propone una lead sulla parete della CSEN ArenaIn classifica Alto Adige titano, Trentino scala posizioni, Lombardia distante

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Tutto pronto a Cavareno – nella trentina Val di Non - per i giovani under 12, 14 e 16 dell’arrampicata lead. Il palcoscenico è stato allestito e ora non resta che attendere l’arrivo dei ragazzi che si sfideranno nella prova valevole per il circuito Arge Alp, a cominciare da stasera 18 ottobre con le fasi di preparazione. Alle ore 18 si terrà infatti il technical meeting riservato ad atleti e accompagnatori delle delegazioni nella piazza adiacente il centro di arrampicata CSEN Arena, prima di partire ufficialmente mezz’ora più tardi con la sfilata delle delegazioni e la cerimonia d’apertura, durante la quale suonerà la banda del gruppo folkloristico di Romeno. Interverranno tra gli altri il vicesindaco del Comune di Cavareno Luca Zini, il vicepresidente FASI Ernesto Scarperi, il presidente del APT Val di Non Lorenzo Paoli e Diego Valentini, presidente CSEN del Trentino-Alto Adige nuovo gestore della CSEN Arena. In serata sono previste cena e messa in onda del film – in collaborazione con il Trentino Film Festival – “Age of Ondra”, basato su un affascinante ritratto del celebre climber ceco e delle sue imprese. Sabato 19 ottobre, invece, spazio alle gare con partenza della prima via di qualifica per tutte le categorie alle ore 9.15, e della seconda alle ore 11. Le finalissime si terranno dalle ore 14.15. Arrampicavareno al timone organizzativo fa le veci del Comitato Trentino e, dopo cinque manifestazioni Arge Alp, vediamo l’Alto Adige comandare in classifica a pari merito della Baviera, settimo il Trentino, mentre è decima la Lombardia. L’obiettivo del challenge sta nel promuovere l’attività giovanile nei territori di Trentino-Alto Adige, Svizzera, Austria e l’area bavarese della Germania, e proporre uno sviluppo sostenibile delle discipline sportive più importanti tipiche delle Alpi, dello sport per disabili nell’area alpina e una promozione del movimento nell’Arge Alp. Il climbing è solo una delle tante discipline di scena assieme a pattinaggio, calcio, atletica leggera, tiro a segno, orienteering, sci alpino e hockey, e in Val di Non l’Alto Adige punterà al “sorpasso” sulla Baviera, schierando una formazione agguerritissima così come quella del Trentino che – giocando in casa – mirerà a scalare posizioni regalando soddisfazioni ai propri tifosi. Info: www.argealp-sport.org

Torna su
TrentoToday è in caricamento