Lavorare in rete e vivere su una barca nel Mediterraneo? Ecco la storia di Greta e Michael

Una coppia altoatesina ha scelto lo stile di vita 'digital nomad': il loro posto di lavoro, e la loro casa, è una barca di 12 metri in mezzo al mare

Una delle tante foto postate da Michael e Greta su facebook

Quando spengono il computer dopo una giornata di lavoro non devono prendere l'auto o i mezzi pubblici per arrivare a casa, ci sono già. Fin qui la storia di Greta e Michael, coppia altoatesina, 30 anni lui e 26 lei, non sarebbe poi così diversa da quella di milti giovani professionisti.

Il fatto è che la loro casa è una barca di 12 metri che veleggia nel mediterraneo tra Grecia e Sardegna. La loro storia è raccontata nel blog When Sailing, dove quotidianamente i due postano foto di paradisi naturali sulle coste mediterranee. Eppure lavorano, tutto il giorno. Com'è possibile? Grazie al telelavoro: con computer e connessione internet entrambi possono benissimo svolgere le proprie mansioni nel bel mezzo del Mediterraneo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' più facile di quel che si pensi, ma serve coraggio"

Michael Hofer lavora presso una start up di NOI Technopark, il "parco tecnologico" di Bozlano. Greta è impegnata in un progetto di sviluppo del social marketin con l'Università di Bolzano. "E' molto più semplice di quello che si pensa: basta un po' di coraggio e voglia di fare - raccontano i due all'ANSA Trentino Alto Adige - volevamo diventare digital nomad, ovvero lavorare in ogni posto del mondo e abbiamo scelto questo stile di vita, per poter vivere a contatto con la natura senza danneggiarla".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

Torna su
TrentoToday è in caricamento