Sanctuary: psycho-serie girata in Trentino, da Levico alla selvaggia Val San Nicolò

Un sanatorio nel quale si sperimentano strane terapie psicologiche, una valle selvaggia ed inaccessibile: il tutto in Trentino. Ecco la nuova serie "Sanctuary"

Un'immagine del trailer di Sanctuary

C'è anche il volto di Matthew Modine, l'indimenticabile soldato Joker di "Full Metal Jacket", insieme a quello giovane attrice svedese Josefin Asplund, con Lorenzo Richelmy, Philip Arditti, Barbara Marten, Felix Garcia Guyer nella serie "Sanctuary", girata in Trentino.

Ecco dove è stata girata la serie

A fare da scenografia alla serie, un thriller psicologico sulle relazioni familiari ed amorose e sul disagio mentale, sono stati alcuni dei luoghi più caratteristici della provincia: Himmelstal, il sanatorio, è il Grand Hotel Imperial di Levico Terme ma la vallata inaccessibile nella quale è inserito è la selvaggia Val San Nicolò, sulle Dolomiti di Fassa. La funivia che porta alla struttura, attorno alla quale aleggia un profondo ed inquietante mistero, è quella del Monte di Mezzocorona. 

Guarda il trailer: clicca qui...

Si torna in Val di Fassa anche per le riprese del villaggio accanto al sanatorio, ricostruito tra Malga Peniona e Pian, a Campitello; lo chalet di una delle due protagoniste si trova a Pian dei Schiavaneis a Canazei e tra le riprese spuntano anche le immagini del Lago di San Pellegrino. Una notevole pubblicità per il territorio, se si tiene conto che la serie andrà in onda in Portogallo, Islanda, Russia, Polonia e Svezia. Per l'Italia occorrerà aspettare ancora un po'.

Produzione internazionale "made in Trentino"

Una produzione internazionale in Trentino: la casa produttrice, Yellow Bird, è svedese. La distribuzione di Studio Canal riguarderà, come detto, diversi Paesi europei. Coppia svedese ed italiana alla regia: Oskar Thor Axelsson ed Enrico Maria Artale. In collaborazione con la locale Trentino Film Commission. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Senza anticipare nulla, com'è in uso per le serie e specialmente per i thriller, la stringata descrizione della trama recita: "Segnata da una perdita e desiderosa di riallacciare i contatti con l’unica persona che le è rimasta in famiglia, Helena Brant fa visita alla sorella gemella, la ribelle Siri, all’interno del Sanctuary: una bellissima clinica che si trova in prossimità di un villaggio sperduto tra le valli alpine. Hel non è a conoscenza del fatto che il Sanctuary in realtà è una facoltosa struttura di ricerca nella quale si sperimentano cure per pericolosi psicopatici. Hel è anche inconsapevole che proprio Siri è una delle pazienti più pericolose, e non sa di essere entrata in un luogo dal quale potrebbe non uscire mai più".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: altri 7 decessi in Trentino. Nuova restrizione: "Non si esce dal Comune in cui ci si trova"

Torna su
TrentoToday è in caricamento