Studenti fuori sede: le 5 App salvavita

Da quella per condividere gli appunti a quella per fare il bucato, ecco tutte le app che ogni fuori sede dovrebbe scaricare

app per studenti fuori sede, foto @ansa

Studenti fuori sede: le app indispensabili

Dura la vita dei fuori sede. Nuova città, nuova casa, nuovi studi. Senza togliere la spesa da fare, le pulizie di casa da organizzare, il bucato, gli orari dei treni e dei mezzi pubblici. Insomma: si diventa grandi e ci si trova ad avere tante responsabilità.

In aiuto degli studenti fuori sede, però, per fortuna, arrivano le app. Scaricabili sul proprio smartphone o tablet, gratuitamente o a costi minimi, esistono delle applicazioni davvero alleate degli studenti che decidono di cambiare città per motivi di studio. Eccone 5 da segnare e, soprattutto, da scaricare.

5. Dove conviene

Iniziamo dal risparmio, perché proprio la gestione del denaro è uno dei tasti dolenti dei fuori sede. Dove conviene è l'app grazie alla quale potrai essere sempre al corrente dei prodotti più convenienti. Potrai mettere a confronto i volantini dei maggiori supermercati, negozi di casalinghi, negozi di elettronica. Risparmiare diventerà facile e divertente e a beneficiarne sarà, in primis, il tuo portafogli.

4. Wash App

Passiamo ora al bucato, altro grande nemico dello studente fuori sede. Se finora a lavare ci ha pensato mamma, è arrivato il tempo di prendere dimestichezza con la lavatrice. Ma come evitare danni irrecuperabili? Ci pensa Wash App, l’applicazione che ti insegna come usare la lavatrice, che ti indica il lavaggio, la temperatura, la centrifuga; che ti consiglia il programma per le macchie più ostinate e quello per i panni delicati; che ti traduce l’astruso linguaggio delle etichette. Così da evitare l’effetto “maglione striminzito” o quella “lavatrice tutta rosa, tutta verde, tutta celeste”.

3. Svuotafrigo

Ahi, ahi, ahi, in cucina sei una frana, il frigo è sempre vuoto e non sai mai cosa prepararti per cena, così, alla fine, finisci per chiamare la solita pizzeria. Niente panico, ci pensa Svuotafrigo, l’app che ti propone ricette semplici e veloci da fare con quel poco che ti è rimasto nel frigorifero. Ti basterà inserire gli ingredienti che hai a disposizione e l’app, in automatico, ti caricherà la ricetta. Basta pensieri: potresti scoprire che cucinare è addirittura divertente!

2. Trainline

Trainline è un’altra app molto utile per studenti fuori sede che, periodicamente, dovranno fare ritorno a casa o ospitare i propri genitori, fidanzati, amici. Questa applicazione permette di cercare i treni ai prezzi più convenienti, di controllare orari, avvisi, di utilizzare biglietti elettronici e scegliere online i posti a sedere. Funziona anche per alcune aziende di pullman (come Flixbus e Baltour ad esempio).

1. Tutored

Tutored è l’app fondamentale per chi vuole organizzare la propria vita universitaria o di neolaureato. Scaricando questa app, infatti, è possibile condividere o acquistare appunti, lezioni private, estratti di libri di testo e interagire con una community di studenti. Si possono fare domande su una determinata materia o su un esame. Questa app è utile anche per neolaureati che possono trovare qui delle offerte di stage o lavoro in linea con il proprio profilo professionale e con le proprie ambizioni.

Pranzo da fuori sede: ricette facili e veloci per studenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

  • Luci soffuse e radio spenta, così un barbiere di Rovereto taglia i capelli ai bimbi autistici

Torna su
TrentoToday è in caricamento