Vaccini: tempo scaduto, 1400 bimbi a rischio espulsione. Ecco come fare

Il 10 settembre sono stati spediti gli avvisi alle famiglie non ancora "in regola", il 21 scade invece il termine per provvedere all'obbligo

Tempo scaduto per le vacciazioni obbligatorie, così come previsto dal decreto Lorenzin, per bambini da 0 a 6 anni iscritti agli asili nido ed alle scuole materne trentine. Il 21 settembre scace infatti il periodo utile per mettersi in regola, pena l'esclusione dagli istituti d'infanzia. Nelle scorse settimane la Provincia ha spedito dei richiami alle famiglie che non avevano ancora ottemperato all'obbligo. Il numero dei bimbi non vaccinati in Provincia di Trento è sceso da 4500 prima dell'estate a 2000 nei primi giorni di settembre, per poi diminuire ulteriormente con l'inizio dell'anno scolastico. Mancano però all'appello ancora 844 bambini tra 0 e 3 anni e 543 tra 3 e 6 anni. 

"Fermo restando che i minori non in regola rimangono iscritti ai servizi educativi e scolastici - spiega una nota - gli stessi saranno nuovamente ammessi presentando la documentazione attestante lo stato di conformità vaccinale". Per essere in regola non serve aver effettivamente compiuto la vaccinazione, basta dimostrare di aver prenotato la vaccinazione. Vista l'urgenza è stato attivato un apposito numero verde: 848 806 806, tutte le informazioni necessarie si trovano nlla scheda diffusa dalla Provincia ad inizio anno scolastico (clicca qui). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Besenello: tre feriti e traffico impazzito

  • Il treno Bolzano-Milano è realtà: Frecciarossa dal 15 dicembre

  • Il Rifugio Altissimo si trasforma in una statua di ghiaccio: le immagini impressionanti

  • Trento di nuovo prima per qualità della vita

  • Trento Città del Natale: Mercatini, Notte Bianca, Capodanno. Ecco tutte le novità

  • Camion sbanda e finisce contro il guard rail: chiusa una corsia della Valsugana

Torna su
TrentoToday è in caricamento