Revocato lo sciopero dei medici, i sindacati accettano il confronto

Mediazione positiva, l'assessore Segnana: "Auspico un superamento del contenzioso nell'interesse di tutti i cittadini"

E' stato revocato lo sciopero dei medici dell'Azienda provinciale sanitaria inizialmente indetto per giovedì 10 e venerdì 11 gennaio. Lo comunica la Provincia autonoma di Trento spiegando anche che i sindacati Cisl Medici - Intesa sindacale hanno deciso di sedersi al tavolo di confronto convocato per oggi, giovedì 10 gennaio. 

La mediazione avviata dal presidente della Provincia autonoma Maurizio Fugatti e dall’assessore alla salute Stefania Segnana alla quale il sindacato ha riconosciuto un "grande senso del dovere e della responsabilità assegnatale", assieme al direttore generale dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari Paolo Bordon, ha portato quindi alla revoca dell’agitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindacato ha dichiarato la volontà di partecipare alla riunione del Comitato provinciale di medicina generale, "per riprendere il dialogo con l’intenzione di arrivare ad una risoluzione delle criticità ancora presenti". L’assessore Segnana auspica "un superamento definitivo del contenzioso, nell’interesse in primo luogo di tutti i cittadini".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento