Fecondazione eterologa ad Arco, Movimento per la Vita: "Risvolti etici drammatici"

Il Movimento Trentino per la Vita chiede che la Provincia imbocchi "seriamente la via della vera cura della sterilità di coppia"

Al centro per la Fecondazione Medicalmente Assistita di Arco arriva  anche la fecondazione eterologa. Dopo il ricorso vinto da una coppia trentina la  Provincia ha provveduto a riqualificare il Centro con nuovi spazi ed attrezzature. Non tutti hanno preso la novità come una possibilità in più.

Parla di "grave offesa alla dignità umana" Mauro Sarra, presidente del Movimento Trentino per la Vita, chiedendo alla Provincia che "attui un serio ripensamento circa le tecniche di fecondazione assistita per imboccare con convinzione la via della vera cura della sterilità di coppia".

Viene citato uno studio realizzato dal Policlinico Gemelli di Roma che, grazie all'ausilio dell'innovativa microchirurgia tubarica "rimuove concretamente le cause della sterilità". Si tratta ovviamente di uno dei tanti approcci al problema. La fecondazione assistita, anche quella eterologa, rimane al momento la via più praticata da parte di coppie che non riescono ad avere figli. "Risvolti etici drammatici" secondo il presidente del Movimento per la Vita.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

Torna su
TrentoToday è in caricamento