Sicurezza, Zannini: "Meno vigilantes, più risorse alle forze dell'ordine"

Mantenere il monopolio della forza pubblica, evitando di rincorrere le situazioni di degrado: questo l'appello del consigliere della Circoscrizione Centro Storico

"Mantenere  il “monopolio” della forza pubblica". L'appello arriva da jacopo Zannini, consigliere di Leu nella Circoscrizione Centro Storico. La figura dei vigilantes è tornata ad occupare le pagine di cronaca locale dopo l'annuncio del presidente Fugatti, che non ha pooi avuto corso, di istituire un servizio di vigilanza privata alla chiesa di santa maria Maggiore, pagato dalla provincia.

La stessa parola è stata usata per descrivere il nuovo servizio di sicurezza, questo sì concrettizzato e pronto a partire, sulle linee ferroviarie provinciali della Valsugana della Trento-Malè da parte di Trentino Trasporti. Sempre i vigilantes privati sarebbero protagonisti, secondo una notizia riportata da Il Dolomiti, di un presunto episodio di razzismo ai Mercatini di Natale. E' bene specificare che in questo caso il Governo provinciale c'entra poco o nulla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In ogni caso i vigilantes sono "tornati di moda" come soluzione a situazioni di degrado ben più complesse, secondo Zannini: "ettendo in campo solo politiche repressive, che pure sono necessarie, si rischia di dover “rincorrere” all'infinito i fenomeni di devianza sociale". Una prima soluzione dev'essere il potenziamento della forza pubblica: "sono le forze dell'ordine ad essere preposte alla sicurezza e alla repressione dei reati. Queste vanno dotate di risorse adeguate per adempiere al loro ruolo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso si avvicina all'escursionista e lo segue: l'incontro è avvenuto in Val di Non

  • Dramma in montagna: ricercatore dell'Università di Trento cade in un crepaccio

  • Si tuffa dal pedalò e non riemerge: muore annegato a soli 21 anni

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Cade con la carrozzina nel torrente e muore

  • Bonus vacanze per chi rimane in Trentino

Torna su
TrentoToday è in caricamento