Valdastico, non esiste la "penale" menzionata da Fugatti

Risposta all'interrogazione del consigliere Alessio Manica su una presunta penale in caso l'opera saltasse

Il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti

"La Valdastico si deve fare, potrebbero chiederci i danni". Parole del presidente della Provincia Maurizio Fugatti contenute in un comunicato stampa ufficiale ripreso anche da noi (clicca qui). Ebbene quelle parole sarebbero state smentite dalla risposta ad un'interrogazione del consigliere del PD Alessio Manica.

"Il Trentino non può chiamarsi fuori, non ha diritto di veto rispetto a quest’opera, pena il rischio di vedersi richiedere i danni" Il presidente Fugatti

"Ieri in Consiglio ho chiesto dove sta scritto che ci sono penali da pagare, di farmi vedere gli atti. Nessuna risposta, ovviamente. Morale: non esistono penali, e Fugatti ha raccontato una frottola" scrive il consigliere su facebook mostrando la risposta all'interrogazione.

Va detto che fin da subito Fugatti usò il condizionale "potrebbero esserci penali" disse, forse ben sapendo che non poteva essere tanto più che una minaccia, vista anche l'alleanza politica che c'è con la controparte, il governatore del Veneto Luca Zaia. E di fatto la risposta di Fugatti è basata più che altro sul concetto che con il Veneto esiste un accordo politico. Forse altrettanto politica sarebbe, per lui, la "penale" in caso di contrarietà all'opera da parte del Trentino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento