Vaccini: superato il 95% in Trentino, chiesta la deroga per non escludere bimbi dagli asili

Grazie all'obbligo vaccinale in Trentino è stata superata la soglia critica, ora l'assessore Segnana chiede una dispensa dalle imposizioni del decreto Lorenzin

Il Trentino ha raggiunto la copertura vaccinale del 95%, e quindi chiede la dispensa dal decreto Lorenzin, che permette l'ingresso nelle scuole e negli asili solamente ai bambini vaccinati. L'obbligo era stato introdotto proprio perchè in Italia si era scesi al di sotto della soglia critica, fissata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. 

Sopra tale soglia si innesca un "effetto gregge" che rende sempre più immune tutta la popolazione, nonostante una piccola percentuale di non vaccinati. Questo, almeno, è quanto sostiene l'assessore provinciale alla Sanità Stefania Segnana, che nei prossimi giorni invierà al Ministero una richiesta di dispensa dalle imposizioni del decreto Lorenzin.

Bambini non vaccinati in stanze separate: esposto in Procura

In particolare si punta a poter permettere l'accesso a scuole ed asili a tutti i bambini, in vista della riapertura a settembre. L'anno scorso anche in Trentino, così come in diverse parti d'Italia, si verificarono episodi di bambini non accettati nelle strutture scolastiche, in qualche caso presidiate da vigili e carabinieri, con relative proteste degli attivisti no-vax e grande eco sui media locali.

"I vaccini funzionano": lo spot con Astrosamantha

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa volta invece la notizia di una possibile deroga al decreto per il Trentino ha trovato spazio sulla stampa nazionale: ne parlano le edizioni online de Il Giornale e del Corriere della Sera. Si tratterebbe di un precedente significativo, una concessione da parte del ministro alla Salute Grillo, che ha lanciato una riforma del decreto Lorenzin ormai quasi un anno fa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Limiti di velocità solo per le moto sulle strade di montagna

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento