Più contributi alle società sportive: dai pullmini ai premi per studenti, ecco le novità

Nuovo regolamento presentato dall'assessore Failoni ed approvato dalla Quarta Commissione

"Per lo sport si deve fare di più". E' questo lo spirito con il quale l'assessore provinciale Roberto Failoni ha presentato in Quarta Commissione i criteri attuativi della nuova legge sullo sport che, sostanzialmente, aumenta i contributi alle società sportive su vari fronti. Nello stesso spirito la Commissione, che riunisce rappresentanti di partiti di tutto l'arco consiliare, ha dato il proprio via livbera.

Tra i contributi previsti ci sono quelli per l'acquisto dei pullmini delle società sportive, che dovranno però esporre il marchio 'Trentino', con l'obiettivo di arrivare in 5 anni ad un completo rinnovo dei mezzi. 

Altro punto importante contenuto nella modifica del regolamento è l’innalzamento del contributo per ogni atleta dai 6 ai 16 anni dagli attuali 20 euro a 25, semplificando la procedura perché ci si è accorti che, negli anni scorsi, un gran numero di società non hanno inoltrato le domande a causa delle difficoltà burocratiche.

Importante novità per il mondo paralimpico è il riconoscimento di un Comitato provinciale, per aprire la possibilità di contributo alle società che decideranno di aderire. Il limite d'età per i contributi per l'avviamento allo sport per sportivi paralimpici è stato fissato a 25 anni.

Il nuovo regolamento, oltre a semplificazioni dell’iter per le domande, introduce anche novità per i contributi alle manifestazioni sportive: quelle che comportano una spesa che va dai 6 mila ai 25 mila euro saranno sottoposte a quella che viene definita valutazione automatica e la percentuale di contributo Pat verrà innalzato dal 10 al 15% della spesa ammessa.

Viceversa, sarà ridotto dal 15% al 10% il contributo per manifestazioni la cui spesa supera i 25mila euro. Queste manifestazioni saranno esaminate con procedura valutativa. Nella valutazione, ha sottolineato l’assessore, è stato inserito inoltre il criterio della capacità di autofinanziamento e di compartecipazione dei territori, della promozione del marchio territoriale e del peso turistico dell’evento sportivo.

Il limite d’età per i contributi per l’avviamento allo sport è stato elevato ai 18 anni. Nuovi criteri anche per i premi riservati agli studenti atleti che per ottenerli dovranno avere la media del 7,5 e non più del 7 e saranno favoriti i podi ottenuti agli europei o ai mondiali rispetto alle convocazioni federali. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

  • Incidente a Ledro, motociclista perde il controllo e si schianta: portato via in elicottero

Torna su
TrentoToday è in caricamento