Fugatti e Segnana: "Sanità trentina d'eccellenza". Rossi: "Miracolo! Due mesi fa era un disastro"

"Miracoli della politica" ironizza l'ex governatore di fronte agli elogi alla Sanità trentina da parte del suo successore, insediatosi due mesi fa

L'assessore Segnana, il presidente Fugatti ed il direttore dell'Apss Bordon

"Abbiamo una fortuna qui in Trentino, quella di avere una struttura sanitaria che funziona molto bene". Parola di Stefania Segnana, neoassessore alla Sanità. Parole alle quali fanno eco quelle del presidente Fugatti: "La sanità in Trentino è sicuramente un’eccellenza, grazie al lavoro di tutti coloro che vi operano".

Gli elogi sono stati pronunciati in occasione degli auguri natalizi all'Azienda sanitaria provinciale. Elogi che sembrano cancellare anni di attacchi feroci da parte degli stessi esponenti della Lega, Fugatti e Segnana, quando però il partito era nei banchi della minoranza.

Ce n'è addirittura per i progetti innovativi, come Protonterapia, unità per anni aspramente criticata da Fugatti, che ora da presidente afferma: "siamo a disposizione per destinare risorse nell’innovazione, per far sì che il nostro territorio continui su questa strada di eccellenza".

Un paradosso che non è passato inosservato all'ex presidente Ugo Rossi che su facebook ironizza: "Miracoli della politica! Fino a due mesi fa la Sanità trentina, per loro, era un disastro". va precisato che insieme agli elogi sia Segnana che Fugatti hanno ricordato, pacatamente, l'impegno per potenziare le strutture sanitarie delle valli, progressivamente ridimensionate dalla Giunta Rossi anche su spinta dell'allora ministro Lorenzin.

"La nostra sfida, per il 2019, sarà quella di portare i servizi nelle valli, negli ospedali periferici, per far sentire tutti i nostri cittadini sicuri nei lori paesi" ha ricordato l'assessore Segnana. Trovare il modo di far andare di pari passo questo obiettivo e quello degli standard d'eccellenza di tutto il sistema sarà compito del nuovo Governo provinciale.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento