Il consigliere della Lega Savoi mostra il dito medio per quattro volte in Consiglio provinciale

Disdicevole episodio in aula, durante la non facile discussione del bilancio, terminata dopo 105 ore di lavori

Lavori a rilento in Consiglio provinciale durante le votazioni sull'assestamento di bilancio e sul Defp. La discussione è durata in totale 105, ma è stata rallentata da un episodio abbastanza disdicevole: il cosigliere della Lega, nonchè presidente provinciale del partito, Alessandro Savoi è stato sorpreso per ben 4 volte a mostrare il dito medio verso i banchi della minoranza.

I consiglieri Manica (PD) e Degasperi (M5S) hanno più volte segnalato al presidente del Consiglio Kaswalder l'atteggiamento poco rispettoso del collega di maggioranza. La bagarre è scoppiata nella serata di martedì 30 luglio, serata che sarebbe poi proseguita con discussioni e votazioni fino alla mezzanotte. 

Savoi non è stato allontanato, ma se ne è andato spontaneamente dato che, dopo la sospensione dei lavori proprio per questo sconcertante episodio, non si è più presentato in aula. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento